La Nazionale russa
La Nazionale russa

Brilla la stella Miranchuk in una Russia che comunque ha attinto ben poco dai campionati esteri per le convocazioni dei partecipanti agli Europei 2021. Il centrocampista dell'Atalanta è dato per titolarissimo nell'undici del ct Cherchesov in una Russia che vede come unica punta Dzyuba. Una Russia che ha il dovere di provare a superare la fase a gironi della manifestazione continentale e che per farlo punta sulle stelle Miranchuk, Zhirkov e Golovin.

I convocati 

Portieri Yuri Dyupin (Rubin Kazan), Matvei Safonov (Krasnodar), Anton Shunin (Dinamo Mosca), difensori Georgi Dzhikiya (Spartak Mosca), Igor Diveev (Cska Mosca), Yuri Zhirkov (Zenit San Pietroburgo), Vyacheslav Karavaev (Zenit), Fedor Kudryashov (Antalyaspor), Andrei Semenov (Akhmat), Mario Fernandes (Cska Mosca), entrocampisti Dmitri Barinov (Lokomotiv Mosca), Rifat Zhemaletdinov (Lokomotiv Mosca), Maksim Mukhin (Cska Mosca), Aleksandr Golovin (Monaco), Daniil Fomin (Dinamo Mosca), Roman Zobnin (Spartak Mosca), Alexei Ionov (Krasnodar), Daler Kuzyayev (Zenit), Andrei Mostovoy (Zenit), Magomed Ozdoev (Zenit), Denis Makarov (Rubin), Aleksei Miranchuk (Atalanta), Denis Cheryshev (Valencia), attaccanti Artem Dzyuba (Zenit), Anton Zabolotny (Cska Mosca), Aleksandr Sobolev (Spartak Mosca).

Il percorso di qualificazione

Alle qualificazioni per gli Europei 2021, la Russia ha pagato dazio al Belgio al termine di entrambe le partite disputate fra queste due Nazionali: 3-1 per Lukaku e compagni nella prima partita e 4-1 nella seconda. Se non ci fosse stato il Belgio, la Nazionale del ct Cherchesov avrebbe compiuto un percorso netto: otto vittorie su dieci gare disputate. Proprio in occasione delle qualificazioni agli Europei 2021, la Nazionale russa ha stabilito il proprio record: la vittoria per 9-0 su San Marino. Il miglior risultato agli Europei? Le semifinali nel 2008. Un traguardo impossibile da eguagliare quest'anno.

La probabile formazione

Formazione tipo (4-5-1): Guilherme; Mario Fernandes, Semenov, Dzhikiya, Petrov; Ozdoev, Zobnin, Ionov, Aleksei Miranchuk, Zhirkov; Dzyuba. All. Cherchesov.

I precedenti

La Russia ha vinto quattro volte, pareggiato due e perso sei contro il Belgio, vinto nove volte, pareggiato una e perso una contro la Danimarca. L'exploit russo è stato però con la Finlandia: dodici i successi, cinque i pareggi e solo una sconfitta, con un bottino totale di 55 reti segnate e solo 13 incassate. A conti fatti, sulla carta proprio quella con gli scandinavi si presenta come una partita dai contorni più semplici.

Il calendario

Belgio-Russia 12 giugno alle 21 a San Pietroburgo

Finlandia-Russia mercoledì 16 giugno alle 15 a San Pietroburgo

Russia-Danimarca lunedì 21 giugno alle 21 a Copenaghen