Giovedì 18 Luglio 2024
FILIPPO MONETTI
Calcio

Europa League, la Roma vuole la semifinale: 5 anni fa l'impresa contro il Barcellona all'Olimpico

Giovedì l'andata a Rotterdam contro il Feyenoord: iniziata la preparazione

José Mourinho

José Mourinho

Roma 10 aprile 2023 - Dopo il successo di sabato contro il Torino, la Roma di José Mourinho si è potuta godere una Pasqua al terzo posto. Lontani da Trigoria, i giocatori hanno potuto godersi il giorno di riposo, concesso loro dallo Special One, consapevoli però che non è ancora il momento di tirare i remi in barca. Già oggi infatti i giallorossi torneranno a solcare i campi del centro tecnico per iniziare la preparazione in vista della trasferta di Europa League: orario di inizio previsto per le 15. Giovedì infatti i capitolini voleranno a Rotterdam per affrontare il Feyenoord.

La formazione olandese al momento sta dominando la Eredivisie e grazie alle recenti otto vittorie consecutive in campionato, hanno staccato il gruppo delle inseguitrici in classifica, arrivando a +8 sull'Ajax secondo a sei giornate dalla fine del campionato. Se a Torino i giallorossi hanno fatto non poca fatica a superare i granata, con appena un tiro in porta arrivato per altro su rigore, nella giornata di ieri la squadra di Arne Slot ha demolito il Waalwijk, squadra di centro classifica, per 5-1.

Una formazione in stato di forma invidiabile e con il dente avvelenato dalla sconfitta in finale di Conference League lo scorso anno. Lo stesso tecnico degli olandesi ci ha tenuto a ripetere di essere in caccia di una vendetta sportiva nei confronti dei giallorossi. "Sì, potrei avere dei sentimenti di vendetta dopo quella spiacevole serata a Tirana - ha dichiarato Slot ai media olandesi - e anche i ragazzi che erano lì l'anno scorso. Ma sarebbe strano se avessi bisogno di una motivazione in più per un quarto di finale di Europa League. Ora abbiamo una squadra quasi completamente nuova e sono due partita, quindi la situazione è completamente diversa". Le storie tese non saranno però solo in campo, anche sugli spalti c'è aria di bufera, per questo le autorità di entrambi i paesi hanno preferito negare ad entrambe le tifoserie la trasferta. Questo significa che giovedì i giallorossi si ritroveranno in un vero e proprio catino di tifosi olandesi. Non è un caso infatti che lo Stadion Feijenoord sia soprannominato "de Kuip", ovvero "la Vasca".

Servirà una Roma eccezionale per tentare l'impresa a Rotterdam e mettere in discesa il turno in vista del ritorno dell'Olimpico. Ma i giallorossi sono già stati capaci di imprese in passato: ad esempio compie cinque anni oggi il ribaltone ai danni del Barcellona in Champions League, sotto la guida di Di Francesco, quando dopo un 4-1 rimediato al Camp Nou, i romanisti furono in grado di ribaltare il risultato vincendo per 3-0 tra le mura amiche ed eliminando così Messi e compagni, guadagnando la semifinale di Champions League. Quello di allora fu il miglior risultato della Roma nella competizione se si esclude la finale persa con il Liverpool nel 1983-84.

Roma-El Shaarawy: rinnovo più vicino. Spalla lussata per Solbakken

Se per quanto riguarda la situazione di José Mourinho, le trattative per il rinnovo ancora non decollano, lo stesso non si può dire per Stephan El Shaarawy. Le prestazioni del faraone azzurro hanno convinto la dirigenza giallorossa e già venerdì sera, alla vigilia della vittoria contro il Torino, il fratello dell'attaccante ha incontrato il GM giallorosso Tiago Pinto per intavolare una trattativa di rinnovo contrattuale. Il ragazzo classe '92 ha un contratto pesante da oltre quattro milioni di euro a stagione e diversi estimatori all'estero, primo sulla lista il Besiktas, ma al momento pensa solo alla Roma. Il giocatore sembra infatti disposto anche a dimezzarsi lo stipendio pur di rinnovare il proprio matrimonio con i giallorossi.

Pessime notizie invece per l'attaccante norvegese della Roma Ola Solbakken. Il ragazzo è uscito anzitempo durante la sfida contro il Torino per un problema fisico dopo un duro contrasto con Buongiorno. I controlli hanno evidenziato una lussazione alla spalla, problema che potrebbe tenerlo ai box per diverso tempo. Il giocatore ha parlato attraverso il proprio profilo Instagram per ringraziare i tifosi per i tanti messaggi di affetto arrivati nelle ultime ore: "Grazie per tutti i gentili messaggi. Tornerò più forte" recita il post pubblicato dall'attaccante classe '98.