Roberto Speranza (ANSA)
Roberto Speranza (ANSA)

Roma, 6 aprile 2021 – Il mondo dello sport e del calcio intravedono una piccola luce in fondo al tunnel della pandemia: quest’oggi, infatti, il Ministro della Salute, Roberto Speranza, ha comunicato in via ufficiale al Presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina, il parere favorevole del Governo alla parziale apertura degli stadi occasione delle partite di Euro 2020 che si disputeranno in Italia la prossima estate e che vedranno protagonisti gli azzurri di Mancini. Ora la palla passa al Comitato Tecnico Scientifico che dovrà chiarire i protocolli che dovrebbero consentire al pubblico di assistere a questi eventi. L’obiettivo, come richiesto anche d’all’UEFA, è ora quello di poter riaprire gli impianti con una capienza di almeno il 25%, ma tutto ovviamente passerà come detto dal parere del CTS.

La soddisfazione di Gravina

La notizia è stata accolta con grande soddisfazione dal numero uno della Federcalcio Gravina che ha voluto ringraziare pubblicamente Speranza: “La disponibilità del Governo è un ottimo risultato che fa bene al calcio. Desidero ringraziare in particolare il Ministro Speranza che ci ha comunicato di aver dato l’incarico al CTS di individuare le migliori soluzioni per consentire la presenza di pubblico allo stadio Olimpico di Roma in occasione del prossimo campionato Europeo". Il Presidente della FIGC ha poi annunciato piena collaborazione con il Sottosegretario allo Sport Valentina Vezzali per portare a termine questa missione: "Collaboreremo in maniera sinergica con la sottosegretaria Valentina Vezzali, che ci sta accompagnando in questo percorso. Ci è stato inviato un segnale in forte prospettiva sulla ripresa, che noi trasferiremo prontamente alla Uefa".

Leggi anche - Juventus-Napoli: probabili formazioni e dove vederla in tv