21 dic 2021

Milan, Pioli: "Empoli squadra forte. Mancherà Ibra"

Il tecnico rossonero ha parlato alla vigilia del match contro i toscani

matteo airoldi
Sport
Stefano Pioli (ANSA)
Stefano Pioli (ANSA)

Milano, 21 dicembre 2021 – Dopo il ko contro il Napoli c’è grande voglia di riscatto in casa del Milan che già domani sera alle 20.45 contro l’Empoli vuole ripartire per non perdere ulteriore terreno dall’Inter capolista: “Quando mancano i risultati si può essere meno sereni – ha spiegato mister Stefano Pioli – ma bisogna mantenere intatta la determinazione. Dobbiamo pensare esclusivamente alla partita di domani perché vogliamo riprendere il nostro cammino dopo un ko casalingo. Non sarà possibile fare più punti dell’andata dello scorso anno e non è stato possibile ma domani puntiamo a conquistare i tre punti”. Il calo dei rossoneri, come già sottolineato dopo la partita contro il Napoli, non è però secondo Pioli figlio della stanchezza: “Quando si vince di solito si corre meno degli avversari ma quello che più conta è la qualità del gioco”. Adesso testa all’Empoli, avversario da prendere con le molle: “L’Empoli è forte ed è stato capace di battere anche la Juventus. Giocano un buon calcio e sono ben allenati. Dovremo mettere in campo grande determinazione. Abbiamo le carte per fare male all’Empoli ma molto dipenderà da noi”.

Ibra out

Ancora una volta, però, i rossoneri dovranno fare i conti con gli infortuni. L’ultimo in ordine di tempo è quello di Zlatan Ibrahimovic, che domani non ci sarà per un affaticamento al ginocchio: “Domani Zlatan non ci sarà per un sovraccarico al ginocchio”. Il Milan ritroverà però Theo Hernandez, assente contro il Napoli per un attacco febbrile: “Sta meglio e spero domani sia già in condizioni ottimali”. Per rivedere Leao bisognerà attendere invece la sosta natalizia: “Rientrerà contro la Roma”. Quel che è certo è che le assenze hanno pesato e non poco nel cammino degli uomini di Pioli: “Certe caratteristiche non si possono inventare. Ci sono giocatori come Leao, Theo e Rebic che sanno saltare l’uomo. Poi è chiaro che sia fondamentale l’organizzazione di squadra. Per quanto riguarda gli infortuni, comunque, abbiamo cercato di alzare il livello di prevenzione e recupero. Abbiamo avuto troppi infortuni muscolari a novembre e alla lunga queste cose si pagano. Dopo la sosta credo che riusciremo a superare il problema. Al ritorno dovremo fare più punti”. Possibile, in ogni caso, il ricorso al mercato di riparazione di gennaio: “La società a gennaio ha sempre fatto bene e se potremo migliorare la rosa lo faremo”. Infine, un accenno al gol annullato contro il Napoli a Kessié, episodio molto contestato: “Non c’è una corretta interpretazione della regola. Il suo gol non può essere annullato in una dinamica di calcio normale perché Giroud non può essere considerato in fuorigioco. Il club si sta facendo sentire nelle sedi opportune”.

 

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?