Paulo Dybala
Paulo Dybala

Torino, 12 dicembre 2021 - In attesa del responso degli esami strumentali a cui si sottoporrà nelle prossime ore Paulo Dybala, uscito nel primo tempo di Venezia e già acciaccato contro il Malmoe, ci si interroga quanto sia consigliabile per la Juventus investire su un giocatore che ultimamente sta dimostrando fragilità a livello fisico. Dopo aver saltato buona parte della scorsa annata per l'infortunio al legamento collaterale mediale, l'argentino in questa stagione è stato costretto ai box per cinque partite sulle 22 totali. Sostanzialmente una gara su quattro: un dato tutt'altro che rassicurante per quello che, una volta salutato Cristiano Ronaldo, è stato individuato dalla società come il giocatore simbolo per il nuovo corso. 

Rinnovo comunque in arrivo

Vedendo le immagini di ieri, si può tranquillamente affermare che la Vecchia Signora dovrà fare a meno della Joya contro Bologna e Cagliari, in quelle che saranno le ultime fatiche di questo 2021 non proprio fortunatissimo per il numero 10 bianconero. Il nuovo anno dovrebbe immediatamente portare il rinnovo di contratto: l'accordo fra le parti c'è già, con il giocatore che andrà a guadagnare 10 milioni a stagione. Un sforzo economico considerevole per Madama e che sta creando dibattito: giusto puntare molte delle proprie risorse economiche su un elemento la cui integrità fisica sta lasciando a desiderare visto che quello accusato a Venezia è stato il terzo stop stagionale? 

Big match a rischio

La risposta logica, alla luce anche di quello che è il momento finanziario dei bianconeri, sarebbe probabilmente "no". Il gioco forse non vale la candela, mentre la Juventus è di parere opposto. Il club è intenzionato ad andare fino in fondo con l'ex Palermo e il suo agente Jorge Antun: si è promesso a Dybala che sarebbe stato il centro nevralgico del progetto dei piemontesi e così in effetti sarà. Massimiliano Allegri intanto incrocia le dita, sperando che Paulo non debba saltare più di un mese di attività. La sosta natalizia in questo senso aiuta, ma non il calendario, che il 6 gennaio proporrà la sfida con il Napoli, il 9 quella con la Roma e il 12 la finale di Supercoppa Italiana contro l'Inter. Tutti impegni che la Joya rischia di saltare. Agli esami di domani la sentenza. 

Leggi anche: Torino-Bologna 2-1