La gioia di De Rossi dopo il suo primo gol con il Boca
La gioia di De Rossi dopo il suo primo gol con il Boca

Buenos Aires, 14 agosto 2019 - La tavola sembrava davvero apparecchiata per un esordio da sogno di De Rossi con la maglia del Boca Juniors. Almeno fino al 76', minuto che è coinciso con l'uscita dal campo dell'ex giocatore della Roma e con il lento, ma inesorabile, crollo della truppa di mister Gustavo Alfaro. Avanti 1-0 proprio grazie al gol di testa di Daniele su azione da calcio d'angolo al 28', gli Xeneizes hanno subito prima il pareggio dell'Almagro (formazione di seconda divisione) con Martinez, per poi arrendersi 3-1 ai rigori. Un k.o. che ha significato l'eliminazione ai sedicesimi di finale della Coppa Argentina e un brutta figura per la squadra di Buenos Aires.

Chi ha fatto un figurone è invece De Rossi e non solo per la rete, seguita dall'ovazione del popolo xeneize con tanto di coro personalizzato (il numero 16 è stato infatti soprannominato "El Tano", come viene chiamato in Argentina e Uruguay chi ha origini italiane). Il giocatore classe '83 non ci ha messo molto per prendersi in mano il centrocampo, con una lucidità e una leadership impressionanti. Poi c'è la solita garra, caratteristica che ha contraddistinto la carriera del campione del mondo del 2006 e che ha fatto impazzire, in questa sua prima uscita, i supporters del Boca. Il pubblico già lo ama, come testimoniato in occasione del duro intervento al 36', costato sì a De Rossi l'ammonizione, ma che al contempo ha generato l'acclamazione da parte de "La 12" (il principale gruppo di tifosi xeneizes).

Insomma, Daniele ha subito fatto capire di non essere arrivato al Boca per svecchiare o per trascorrere nell'anonimato gli ultimi anni della sua carriera. L'approdo alla Bombonera ha coinciso con la realizzazione di un sogno e, adesso che veste i nuovi colori, il romano è pronto a dare tutto per la causa, con l'obiettivo di trascinare i suoi verso traguardi importantissimi.