Daniel Maldini in azione contro lo Spezia (Ansa)
Daniel Maldini in azione contro lo Spezia (Ansa)

Roma, 25 settembre 2021 - Un altro Maldini titolare al Milan, 12 anni dopo l'addio di papà Paolo e terza generazione in serie A dopo nonno Cesare, e subito a segno. È la favola di Daniel Maldini, 20 anni da compiere a ottobre, centrocampista offensivo schierato titolare da Pioli per la prima volta oggi nella sfida contro lo Spezia. Sbloccata proprio dal figlio d'arte dello storico terzino, oggi dt del Milan, al 3' della ripresa con una potente incornata su cross di Kalulu.

Un colpo di testa a suo modo storico, visto che è il primo giocatore di "terza generazione" a segnarlo in serie A dopo il nonno, Cesare, e il padre, Paolo. Grande festa in campo e ovviamente in tribuna, dove era presente proprio Maldini senior in piedi a esultare con un grande sorriso il momento di gloria del figlio. La partita di Maldini junior finisce poi al 58', tra gli applausi di tutti i compagni e della panchina.

Serie A live, le partite di oggi in diretta: risultati e classifica

"Un'emozione fortissima"

"È stata una emozione fortissima, meno male abbiamo portato a casa i 3 punti. Devo un po' ancora realizzare e mettere in ordine le idee". Daniel Maldini ha commentato così il suo esordio da titolare in serie A festeggiato con un gol nel 2-1 del Milan in casa dello Spezia. "Il mister mi stimola molto e mi da tanti consigli - spiega il 19enne ai microfoni di Dazn -. Ero abbastanza emozionato anche se tranquillo, abbiamo portato a casa la partita anche se è stata durissima". E come figlio d'arte ha aggiunto: "Papà è esigente ma mi aiuta, fa il papà. In campo oggi era dura trovare spazi, muoversi e creare occasioni, poi nel secondo tempo si sono un po' aperti ed è stata più semplice. Devo imparare ancora a capire meglio i momenti della partita".