Doppietta di Junior Messias allo Spezia (Ansa)
Doppietta di Junior Messias allo Spezia (Ansa)

Crotone, 12 dicembre 2020 - Un poker per cancellare lo zero dalla casella delle vittorie in campionato: è con un perentorio 4-1 ai danni dello Spezia che il Crotone rompe l'incantesimo e sale a quota 5 punti in classifica. E dire che la maledizione sembrava destinata a continuare quando Farias vanificava il vantaggio siglato da Messias: invece nella ripresa gli ospiti crollano sotto i colpi di Reca, Eduardo Henrique e ancora Messias in pieno recupero. Ne scaturisce un poker che, inutile girarci intorno, salva la panchina di Stroppa e rilancia le ambizioni di salvezza dei calabresi.

Crotone-Spezia 4-1, rivivi il live

Serie A, risultati e classifica

Il primo tempo

I primi minuti del match sono nel segno di un equilibrio che si spezza al 9', quando Messias punta Terzi, lo salta e con una gran conclusione diretta al palo lontano porta avanti il Crotone. Lo Spezia prova a replicare al 13' con Pobega, bravo a inserirsi su suggerimento di Farias, che al 17' si mette in proprio e pareggia i conti con un tiro al volo che palesa in tutta la sua gravità l'errore in fase di costruzione di Zanellato: in questa occasione resta immobile Cordaz, che però si riscatta al 21' respingendo al meglio la conclusione di Piccoli. La partita diventa di colpo nervosa e spezzettata: a riportarla sui binari giusti è il solito Farias, che a ridosso del duplice fischio scocca un diagonale che sollecita ancora i riflessi del portiere di casa.

Il secondo tempo

Scampato il pericolo, il Crotone rientra in campo con un piglio più aggressivo: il protagonista è ancora Messias, che spacca la difesa ospita e impegna severamente Provedel. E' solo l'antipasto del gol che arriva al 50' grazie a Reca, che riceve un cambio di gioco dalla parte opposta, manda al bar Sala con una finta e trafigge l'estremo difensore spezzino. Il Crotone non si ferma e al 56' allunga con il tap-in di Eduardo Henrique su suggerimento di Pedro Pereira. Gli ospiti sono storditi dal doppio colpo e provano a reagire con Maggiore, la cui conclusione è imprecisa. E' invece ottima quella scoccata da Molina al 77': per evitare il poker dei calabresi servono i migliori riflessi di Provedel. Sul ribaltamento Cordaz è attento sulla botta di Estevez: c'è lavoro per il portiere di casa anche in pieno recupero sul tentativo di Verde. Il penultimo sussulto è di marca crotonese, con Vulic che sciupa malamente l'occasione per realizzare il quarto gol, che inesorabilmente arriva al 97': a segnare è Messias, che riceve da Simy, elude l'uscita di Provedel e festeggia al meglio la prima vittoria in campionato dei suoi.

Tabellino

Crotone (3-5-2): Cordaz; Magallan (28'st Cuomo), Marrone, Luperto; Pereira, Molina, Zanellato (44'st Riviere), Eduardo (38'st Vulic), Reca; Messias, Simy. In panchina: Crespi, Festa, Golemic, Djidji, Crociata, Rojas, Siligardi, Dragus. Allenatore: Stroppa. 

Spezia (4-3-3): Provedel; Salva Ferrer (1'st Sala 5), Terzi, Chabot, Bastoni (38'st Marchizza); Estevez, Ricci, Pobega (13'st Gyasi); Agudelo (13'st Maggiore), Piccoli, Farias (38'st Verde). In panchina: Krapikas, Erlic, Bartolomei, Acampora, Mora, Deiola, Agoumè. Allenatore: Italiano. 

Arbitro: Giua di Olbia. 

Reti: 7'pt Messias, 18'pt Farias; 4'st Reca, 11'st Eduardo, 51'st Messias. Note: giornata serena, terreno in discrete condizioni. Ammoniti: Chabot, Salva Ferrer, Messias, Eduardo, Maggiore, Magallan. Angoli: 1-4. Recupero: 0'; 6'.

 

Leggi anche - Sassuolo-Benevento 1-0, decide Berardi dal dischetto