Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri

Torino, 11 luglio 2018 - "Cristiano Ronaldo è un salto di qualità per tutti. La società ha fatto una cosa straordinaria per la Juve e per il calcio italiano". Massimiliano Allegri è ovviamente raggiante nel giorno dopo l'annuncio del passaggio di CR7 alla Vecchia Signora. Presente a Bruxelles per una conferenza stampa al Parlamento Europeo. il tecnico bianconero non si è potuto sottrarre alle domande in merito all'arrivo del portoghese. "Non ho assolutamente sentito al telefono Cristiano Ronaldo, lunedì credo ci sarà la conferenza stampa, quindi lo vedrò lunedì. So che è molto contento, è un grande professionista e un valore importante per una squadra che ha già fatto grandissime cose - il pensiero di Allegri - Credo che la società e il presidente abbiano fatto una cosa straordinaria per la Juve, ma soprattutto per il calcio italiano. Come giocherà? Come ha sempre fatto: cercando di fare gol".

Gol che dovranno servire ai campioni d'Italia per tentare finalmente di concretizzare il sogno europeo. "L'obiettivo di vincere la Champions League c'è sempre stato, e sicuramente l'acquisto di Ronaldo ci dà ancora più consapevolezza per raggiungerlo. Ma questo, insieme al campionato, alla Coppa Italia e alla Supercoppa italiana sono quattro obiettivi per cui la Juventus ha sempre giocato", ha sottolineato l'allenatore livornese, a cui poi è stato chiesto di tornare su quel "no" al Real Madrid.

"Sapevo che sarebbe venuta fuori questa domanda ma io ho solo seguito il mio istinto. Questa per me non è sicuramente stata un'estate facile, perché è mancata mia madre un mese fa e ho dovuto fare anche delle scelte diverse. Ho parlato con la Juventus e qui sto bene. Ripeto il mio ringraziamento al presidente del Real Florentino Perez, che so mi aveva cercato. Ma avevo già parlato con la Juve, che aveva un progetto importante". E, a un mese di distanza da quella decisione, Allegri sembra averci visto davvero giusto.