Stefano Pioli (ANSA)
Stefano Pioli (ANSA)

Milano, 31 marzo 2020 – Ad un paio di settimane di distanza dalla sospensione forzata del campionato di Serie A di calcio, Stefano Pioli, allenatore del Milan è tornato a parlare della situazione che i rossoneri e non sono stanno vivendo lontani dal campo: “La routine quotidiana mi manca molto ma cerco comunque di far passare le giornate facendo molte cose e ascoltando tanta musica che mi rende felice. Abito non lontano da Parma e ho spazi verdi per portare fuori il cane. Faccio anche lavori di casa ma al tempo stesso mi tengo al passo guardando filmati di sport, mi tengo informato e ovviamente parlo spesso con i miei collaboratori e i dirigenti della società”.

Tra i collaboratori con cui è in contatto Pioli c’è ovviamente anche Paolo Maldini che in queste settimane assieme al figlio Daniel ha purtroppo fatto i conti con il Coronavirus: “Sapevo che Paolo avesse avuto problemi di salute. Ci sentiamo quotidianamente. Si è dimostrato un campione anche in questa situazione perché l’ha affrontata con grande forza e determinazione. Sono felice che sia lui che Daniel stiano uscendo da questa situazione”. In chiusura l’allenatore rossonero ha parlato di solidarietà e lanciato un appello: “La solidarietà in momenti come questo è indispensabile. Noi che siamo tra i più fortunati dobbiamo essere d’aiuto anche a livello economico. Stare a casa è fondamentale per salvare vite umane. Bisogna proseguire su questa strada per dare una prova di responsabilità e senso civico.”