Andrea Petagna (Ansa)
Andrea Petagna (Ansa)

Napoli, 12 gennaio 2022 - Coronare la rinascita in campionato con un debutto senza brutte sorprese in Coppa Italia: per farlo il Napoli, che entrerà nella competizione negli ottavi di finale, dovrà avere la meglio sulla Fiorentina nella gara in programma giovedì 13 gennaio alle 18 al Maradona.
 

Le probabili formazioni

 
Napoli (4-2-3-1): Ospina; Zanoli, Tuanzebe, Rrahmani, J. Jesus; F. Ruiz, Lobotka; Politano, Mertens, Elmas; Petagna. Allenatore: Spalletti

Fiorentina (4-3-3): Dragowski; Venuti, Milenkovic, Nastasic, Terzic; Maleh, Pulgar, Castrovilli; Ikoné, Piatek, Saponara. Allenatore: Italiano


 

 

Orario e dove vederla in tv

 

Napoli-Fiorentina (fischio d'inizio alle 18) sarà trasmessa in diretta esclusiva da Mediaset sul canale Italia 1. Lo streaming sarà disponibile anche sul dispositivo Mediaset Infinity.

 

 

 

 


Qui Napoli

 

Come sempre quando all'orizzonte spunta la Coppa Italia il dilemma delle squadre è sempre il solito: onorare la competizione senza spremere troppo i titolarissimi. Dilemma che non può non riguardare anche Spalletti, alle prese con una parziale schiarita per quanto riguarda l'emergenza infortuni e Covid, con Lozano che proprio ieri è tornato negativo: per il messicano lo scenario più ottimistico parla di una presenza in panchina contro la Fiorentina, mentre per Insigne, appiedato da una lesione distrattiva di basso grado del muscolo adduttore breve destro, i tempi di recupero si preannunciano piuttosto lunghi. Nel tridente alle spalle di Petagna dovrebbe così entrare Elmas insieme a Mertens e Politano, con Fabian Ruiz e Lobotka avanti a una difesa composta da Zanoli, Tuanzebe, Rrahmani e Juan Jesus: vista la positività al Covid di Meret niente turnover neanche tra i pali, con Ospina più confermato che mai.

 

 

 

 

Qui Fiorentina

 

 

 

La prima novità in casa viola riguarda invece proprio il ruolo di portiere, dove si rivedrà Dragowski, supportato in difesa da Venuti, Milenkovic, Nastasic e Terzic. In cabina di regia chance di riscatto per il desaparecido Pulgar, assistito da Maleh e Castrovilli, ma indubbiamente i riflettori andranno tutti sull'attacco e in particolare sui volti nuovi Piatek e Ikoné: entrambi dovrebbero partire titolari contando sull'assistenza di Saponara, uno che quando chiamato in causa da Italiano ha sempre offerto il suo buon contributo. L'obiettivo neanche tanto nascosto della Fiorentina sarà vendicare (sportivamente parlando) la finale persa nel 2014 proprio per mano del Napoli: una ferita che nel capoluogo toscano ancora brucia.

Leggi anche - Sport, le nuove regole anti Covid