Coppa Italia, Fabian Ruiz segna all'Inter (Ansa)
Coppa Italia, Fabian Ruiz segna all'Inter (Ansa)

Milano, 12 febbraio 2020 - Va al Napoli l'andata della semifinale di Coppa Italia 2020: è un gran mancino a giro di Fabian Ruiz al 57' a beffare un'Inter troppo contratta e poco fluida in avanti, dove gli azzurri, nei pochi guizzi di un match tutto sommato senza grossi sussulti su entrambi i fronti, si sono fatti preferire rendendo piacevole la lunga vigilia che precede il 5 marzo, giorno del ritorno in programma al San Paolo. Discorso opposto per la banda Conte, chiamata tra poco meno di un mese a un'impresa per guadagnare il pass per la finale.

Inter-Napoli 0-1, rivivi la diretta

Il tabellone della Coppa Italia

La classifica della Serie A

PADELLI C'E' - Dopo 10' di studio reciproco e con l'Inter leggermente più padrona del campo, è del Napoli la prima vera chance: il protagonista è Mertens, che riceve da Callejon e con una botta al volo non va lontano dalla traversa. I nerazzurri replicano al 17' con l'incornata di poco alta di Lautaro Martinez, pescato da Biraghi: al 28' quest'ultimo si mette in proprio da calcio di punizione, ma il suo tentativo termina a lato. I ritmi del match restano bassi su entrambi i fronti, ma in pieno recupero i partenopei si rendono ancora pericolosi: l'asse buono è quello tra Mertens e Zielinski, ma Padelli, reduce dalle feroci critiche post derby, non si fa sorprendere mandando le squadre negli spogliatoio con uno 0-0 che ben fotografa un primo tempo senza grosse emozioni su entrambi i fronti.

DECIDE RUIZ - L'Inter rientra in campo senza l'ammonito Skriniar (dentro D'Ambrosio) ma con un piglio migliore, ma a passare in vantaggio è il Napoli al 57': il marcatore è Fabian Ruiz, che prima dialoga con Di Lorenzo, poi si accentra e col mancino a giro porta i suoi in vantaggio. I nerazzurri accusano il colpo ma provano a tenere sempre il pallino del gioco in mano: proprio al termine di una lunga azione si scatena il sinistro del neo entrato Eriksen (fuori Sensi) che sfiora il bersaglio grosso. Conte aggiunge pericolosità offensiva inserendo Sanchez per Moses e in effetti al 76' quasi arriva il pareggio con un batti e ribatti in area che alla fine vede trionfare Ospina tra una selva di gambe. Gattuso replica togliendo Mertens, Callejon e Zielinski e inserendo Milik, Politano e Allan ma il Napoli soffre ancora: all'86' di nuovo Eriksen mette i brividi ad Ospina con una botta dalla distanza che, deviata, termina in corner. E' di fatto l'ultima emozione di un match che consegna agli azzurri il primo round della semifinale di andata: appuntamento al 5 marzo per il ritorno, che la banda Gattuso affronterà con il vantaggio di un gol.

Tabellino 

Inter (3-5-2): Padelli; Skriniar (1' st D'Ambrosio), De Vrij, Bastoni; Moses (29' st Sanchez), Barella, Brozovic, Sensi (21' st Eriksen), Biraghi; Lukaku, Lautaro. In panchina: Handanovic, Stankovic, Berni, Godin, Vecino, Ranocchia, Young, Borja Valero, Candreva. Allenatore: Conte. 

Napoli (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Maksimovic, Manolas, Mario Rui, Fabian Ruiz, Demme, Zielinski (38' st Allan); Callejon (33' st Politano), Mertens (28' st Milik), Elmas. In panchina: Meret, Karnezis, Llorente, Lozano, Luperto, Insigne, Koulibaly, Lobotka. Allenatore: Gattuso. 

Arbitro: Calvarese di Teramo. 

Rete: 12' st Fabian Ruiz. Note: serata serena, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Skriniar, Conte, Manolas, Mario Rui e Ospina. Angoli: 6-5. Recupero: 2', 4'. 

La guida tv di Quotidiano.net