Lionel Messi con l'Argentina in Copa America (Ansa)
Lionel Messi con l'Argentina in Copa America (Ansa)

Barcellona, 30 giugno 2021 - A mezzanotte Leo Messi è libero di trovarsi un nuovo club: allo scoccare delle 24 scade il contratto che lega il campione argentino al Barcellona. Messi intanto sta giocando la Copa America con la Selección Albiceleste, ed è in splendida forma. 

Un anno fa il fuoriclasse di Rosario era pronto a lasciare il Barça, casa sua fin da quando ha 13 anni, ma era un momento diverso, dietro c'era l'insanabile rapporto con il presidente Josep Maria Bartomeu: il calciatore chiese di essere ceduto con un fax. Ma il presidente fece valere il contratto.

Ora è tornato alla guida dei blaugrana il patron Joan Laporta, che vuole trattenere Lionel a tutti i costi e con lui ha un rapporto diverso. Laporta è convinto che Leo voglia restare, e la decisione non sarebbe legata al denaro ma alla competitività della squadra.

Prima di lasciare la Spagna Laporta ha offerto a Messi una proposta di rinnovo con un accordo decennale basato su 2 anni di contratto da giocatore, poi una parentesi per chiudere la carriera negli Stati Uniti in Mls, probabilmente all'Inter Miami e in seguito la possibilità di una carriera da dirigente del Barcellona. 

Il calciatore 34enne sembra disposto ad accettare, ma secondo la stampa spagnola lo staff del campione sta ancora studiando i dettagli fiscali del contratto, anche per evitare i problemi avuti in passato proprio con il fisco spagnolo. 

Il presidente del Barça non vuole correre il rischio di lasciare il miglior giocatore del mondo senza contratto, anche per pochi giorni, e oggi cercherà di chiudere entro la mezzanotte per non farsi scappare, a parametro zero, un calciatore che ha vinto tutti i titoli con la sua squadra ed è stato incoronato il miglior calciatore del pianeta in diverse occasioni.