Stefano Pioli (ANSA)
Stefano Pioli (ANSA)

Milano, 22 dicembre 2020 – Ultimo scoglio prima della pausa natalizia per il Milan di Stefano Pioli che domani sera contro la Lazio (calcio d’inizio alle 20.45 e diretta su DAZN) cercheranno di chiudere un 2020 da incorniciare con i tre punti che permetterebbero loro di difendere il primato in solitaria: “Questa partita per noi vale molto – ha detto il tecnico emiliano, ex di serata –. Stiamo lavorando molto ma dobbiamo compiere un ultimo sforzo per chiudere in bellezza questo 2020. Dobbiamo fare i conti con alcune assenze ma stiamo bene. Averli battuti a luglio quando ci erano davanti ci ha fatto bene, ma noi continuiamo comunque partita dopo partita a cercare conferme. Abbiamo in testa soltanto la gara di domani”. I rossoneri si presentano all’appuntamento dopo la bella prestazione contro il Sassuolo: “Abbiamo indirizzato bene la partita sul piano tattico, anche perché avevamo analizzato bene i pareggi con Parma e Genoa. Ci era sfuggito qualcosa difensivamente. Domani contro la Lazio che è una squadra forte servirà una partita simile a quella di Reggio”.

La parola scudetto, la situazione infortunati e il recupero di Tonali e Rebic

Per il momento, comunque, Pioli non vuol sentir parlare della parola scudetto: “Non dobbiamo pensare alla classifica ma cercare di dare sempre il massimo. Il nostro obbiettivo principale è continuare a crescere passo dopo passo perché i nostri margini di miglioramento sono ampi. Le favorite sono Juve e Inter, mentre noi dobbiamo fare il meglio possibile. Abbiamo ambizioni e giochiamo sempre per vincere. Se poi i nostri progressi ci consentiranno di essere ai vertici anche a fine stagione, tanto meglio”. Domani intanto, come detto, mancheranno diversi giocatori ma Pioli non ritiene comunque che la coperta rossonera sia corta: “Soprattutto adesso mi rendo conto di quanto sia competitiva la rosa che il club mi ha messo a disposizione. Tutti risentirebbero di cinque o sei assenze ma noi no. Chiaramente dopo la pausa spero in qualche rientro”. Domani intanto potrebbero essere recuperati in extremis Tonali e Rebic: “Stavano già meglio ma ogni decisione sarà presa all’ultimo”. L’allenatore rossonero, in conclusione, non ha poi escluso interventi sul mercato: “I rinforzi che cercheremo sul mercato dovranno assimilare il modo di lavorare, la nostra professionalità e la nostra fame di vittorie. L'area tecnica inserirà solo giocatori che rispondano a queste caratteristiche, non solo tecniche ma anche morali".

Leggi anche - Juventus-Napoli, accolto il ricorso: partita da giocare. La nuova classifica