Fulvio Collovati durante la trasmissione televisiva 'Quelli che il calcio' (Ansa)
Fulvio Collovati durante la trasmissione televisiva 'Quelli che il calcio' (Ansa)

Roma, 18 febbraio 2019 - "Quando sento una donna, poi la moglie di un calciatore, parlare di tattica mi si rivolta lo stomaco, non ce la faccio". La frase - pronunciata da Fulvio Collovati ieri durante la trasmissione 'Quelli che il calcio' - ha scatenato la bufera, tanto che l'ad Rai Salini sta valutando la sospensione dell'opinionista. L'ex calciatore è intervenuto per dire la sua sul caso di Mauro Icardi e della moglie-agente Wanda Nara. "Se parli della partita e di come è andata va bene, ma non puoi parlare di tattica perché una donna non capisce come un uomo", ha continuato Collovati tra l'indignazione e l'imbarazzo degli altri ospiti in studio. "Le calciatrici - ha poi aggiunto il campione del mondo del 1982 - qualcosa sanno, ma non al cento per cento. Se poi riducete tutto al fatto che sono maschilista va bene, sono maschilista. Mia moglie non si è mai permessa di parlare di tattica nei miei confronti!".

Aggiornamento: Fulvio Collovati sospeso dalla Rai 

Le parole di Collovati hanno scatenato un'indignazione generale. E in serata sono arrivate le scuse dell'ex calciatore. "Mi scuso per le frasi involontariamente sessiste pronunciate ieri, pur nel clima goliardico di 'Quelli che il calcio' abbiano urtato la sensibilità delle donne. Sono state inopportune e me ne dispiaccio non era mia intenzione offendere nessuno", ha scritto su Twitter dopo la replica della ct della Nazionale, Milena Bertolini, che attraverso l'Ansa ha definito quelle frasi frutto di una "mentalità primitiva".

Ma le frasi potrebbero avere comunque delle ripercussioni, perché l'ad della Rai, Fabrizio Salini, ha chiamato stamattina i vertici di Raidue esprimendo forte irritazione per le affermazioni fatte da Collovati. Salini - a quanto si è appreso - ha invitato a tenere sempre ben presente che Rai è un servizio pubblico e che il contratto di servizio ricorda esplicitamente all'articolo 9 che la Rai si impegna a promuovere la formazione tra i propri dipendenti, operatori e collaboratori esterni affinché in tutte le trasmissioni siano utilizzati un linguaggio e delle immagini rispettosi, non discriminatori e non stereotipati nei confronti delle donne. Per questo l'ad Rai sta valutando la sospensione dell'opinionista. 

A difesa di Collovati era intervenuta sua moglie Caterina, giornalista e conduttrice tv, che rispondendo su Twitter a una sua follower che le chiedeva un parere sulle sue parole ha affermato: "Mio marito ha parlato di tattica. La tattica spiegata da una donna non mi convince...Quando presentavo le trasmissioni di calcio non ho mai avuto la pretesa di spiegare il 4-4-2. La visione del mondo unisex non mi appartiene".

Poi, in un altro tweet: "Parlare di calcio certo, ma la tattica è altra cosa. Parlare, tutti possiamo farlo dire cose giuste è diverso. Saluti dalla moglie di un uomo che rispetta le donne più di molti altri...questa sì che è una certezza!". 

Anche la politica si è indignata per le parole dell'ex calciatore. "Ieri a Quelli che il calcio, servizio pubblico, Fulvio Collovati ha definito le donne incapaci di capire la tattica nel calcio. La fiera del luogo comune. La prossima settimana ci sarà un servizio sulle donne che non sanno parcheggiare e si dira' che si stava meglio quando si stava peggio", ha detto Mara Carfagna, vice presidente della Camera e deputata di Forza Italia, su Twitter. 

"Un'offesa, andata in onda sulla tv pubblica, alla professionalità delle tante, ma ancora troppo poche, in un mondo prevalentemente maschile, giornaliste e opinioniste sportive", ha dichiarato la segretaria di Possibile, Beatrice Brignone.