Chelsea-Juve 3-0 (Ansa)
Chelsea-Juve 3-0 (Ansa)

Londra, 23 novembre 2021 - Serata da incubo per la Juventus allo Stamford Bridge. Il Chelsea distrugge Madama 4-0 al termine di un match equilibrato solo fino all'intervallo. Dopo la rete di Chalobah nel primo tempo, i Blues dilagano nella ripresa con l'uno-due fra 56' e 58' timbrato da James Hudson-Odoi. Proprio all'ultimo secondo gli inglesi calano pure il poker con Werner. La squadra di Tuchel raggiunge così i bianconeri a quota 12 punti, ma ipoteca il primo posto nel girone H di Champions League alla luce della miglior differenza reti nello scontro diretto. La Vecchia Signora invece avrà molto su cui riflettere dopo una batosta simile. 

Chelsea-Juventus 4-0, rivivi la diretta

Champions League, calendario - Classifiche

Fuori Lukaku, Dybala in panca

Niente Lukaku e Havertz per il Chelsea. E così è Pulisic a partire in avanti assieme a Ziyech e a Hudson-Odoi. Nella Juventus invece Dybala comincia dalla panchina, Alex Sandro e Bentancur tornano titolari e in attacco agiscono Chiesa e Morata, con McKennie largo a destra. I Blues provano a iniziare forte e al 2' hanno già la palla buona per l'1-0, con la percussione di Kanté che porta alla conclusione sbucciata di Chilwell, con i bianconeri a salvarsi in angolo. Nei primi minuti sono i padroni di casa a fare la partita, la Vecchia Signora resiste e superato il peggio mette la testa fuori, crescendo con il passare dei minuti anche nella gestione del possesso. 

La sblocca Chalobah

La formazione di Tuchel non trova spazi e così si affida ai calci piazzati. Al 23' James prova a sorprende Szczesny su punizione, ma il polacco è attento. L'estremo difensore ex Roma non può invece nulla due minuti più tardi: sugli sviluppi di un corner la sfera (dopo un tocco di mano sospetto di Rudiger) arriva sui piedi di Chalobah, che gonfia la rete. La reazione dei piemontesi non si fa attendere e al 28' Morata va a un passo dall'immediato pareggio, quando - sul lancio di Locatelli - supera Mendy con un pallonetto, ma Thiago Silva sventa il pericolo nei pressi della linea di porta. Nonostante il vantaggio i londinesi non smettono di giocare e al 36' una bella azione regala a James lo spazio per concludere: Szczesny si supera. Prima dell'intervallo c'è tempo ancora per un destro di Bentancur, out non di molto. 

Crollo bianconero

Come nel primo tempo, il Chelsea esce dagli spogliatoi con maggior verve rispetto agli ospiti. E al 55' la pressione dei Blues viene premiata: a James arriva il cross deviato da de Ligt, Alex Sandro sbaglia il posizionamento e il classe '99 trafigge Szczesny con uno splendido diagonale. La tempesta inglese si abbatte sulla Vecchia Signora e un paio di minuti più tardi arriva pure il tris, grazie a una manovra magistrale di Rudiger e compagni, conclusa da due passi da Hudson-Odoi. E' il colpo del definitivo ko per i viaggianti, totalmente incapaci di rialzare la testa nonostante i tanti cambi di Allegri. L'unico tiro di marca bianconera da registrare è quello all'83' di McKennie, ben parato da Mendy. All'86' Szczesny è ancora più bravo del collega nell'evitare il 4-0 sul tentativo di Ziyech. 4-0 che arriva lo stesso al 95' con Werner

Tabellino

Chelsea (3-4-3): Mendy; Chalobah, Thiago Silva, Rudiger; James, Kanté (37' pt Loftus-Cheek), Jorginho (31' st Niguez), Chilwell (26' st Azpilicueta); Ziyech, Pulisic (26' st Werner), Hudson-Odoi (31' st Mount) (1 Kepa, 13 Bettinelli, 3 Alonso, 4 Christensen, 9 Lukaku, 18 Barkley, 31 Sarr). All.: Tuchel. 

Juventus (4-4-2): Szczesny; Cuadrado (35' st De Winter), Bonucci, De Ligt, Alex Sandro; McKennie, Bentancur (14' st Dybala), Locatelli (22' st Arthur), Rabiot; Chiesa (35' st Kulusevski), Morata (22' st Kean) (36 Perin, 23 Pinsoglio, 24 Rugani). All.: Allegri. 

Arbitro: Jovanovic (Serbia). 

Reti: nel pt 25' Chalobah, nel st 11' James, 13' Hudson-Odoi, 50' Werner. Angoli: 12 a 3 per il Chelsea. Recupero: 2' e 5'. Ammoniti: Cuadrado per gioco falloso.