Inter fuori dalla Champions (foto Ansa)
Inter fuori dalla Champions (foto Ansa)

Milano,11 dicembre 2018 - Una dura mazzata per l’Inter che retrocede in Europa League. I nerazzurri non sono andati oltre l’uno a uno interno con il Psv, consentendo al Tottenham di qualificarsi con il medesimo risultato al Camp Nou di Barcellona. Doccia fredda su San Siro, un mattone durissimo da digerire.

Liverpool-Napoli 1-0, partenopei fuori dalla Champions

ASAMOAH REGALA, LOZANO SEGNA - Spalletti con una formazione offensiva, Candreva Politano e Perisic a sostegno di Icardi prima punta, Van Bommel si affida al talento di Bergwijn. Subito Inter in avanti, prima diagonale di Asamoah che impensierisce la retroguardia, poi Icardi pesca magicamente la testa di Perisic ma Zoet ci mette la mano con l’aiuto del palo. Ma proprio mentre da Barcellona arrivano buone notizie col gol di Dembele, l’Inter crolla con un pallone perso di Asamoah nei pressi dell’area che Bergwijn raccoglie pescando la solissima testa di Lozano a centroarea: 0-1. Tempo un minuto e Handanovic deve salvare capra e cavoli con una uscita su De Jong lanciato a rete. L’Inter fatica a reagire, anzi presta il fianco alle ripartenze olandesi e anche un po’ di tensione e fretta sembra emergere. Sul finale di tempo De Vrji in mischia non riesce a trovare il tempo per concludere, poco più tardi su un cross radente di Candreva Perisic arriva fatalmente in ritardo all’appuntamento sul pallone. Ma al 39’ è Bergwijn a impegnare Handanovic con una botta dal limite, segno che il Psv è ben presente in partita. All’intervallo è panico a San Siro, Psv avanti di un gol.

LA PRENDE ICARDI, MA NON BASTA - La ripresa si apre con un gran diagonale di Icardi che Zoet devia da campione in angolo. L’Inter si riversa in avanti ma si scopre e il pari non arriva. Spalletti tenta allora la carta Keita per Candreva. Al 60’ i nerazzurri si avvicinano al gol, Zoet deve salvare in uscita volante su Perisic, poi Borja Valero cicca il destro da buona posizione. Spalletti si gioca anche Lautaro Martinez, a fargli posto Asamoah. Gli sforzi interisti vengono premiati al 72’, Politano da destra disegna una parabola magnifica per la zuccata di Icardi che trafigge Zoet per l’1-1. La parte centrale di ripresa è surreale, il pari qualifica l’Inter ma se il Tottenham segnasse la situazione sarebbe ribaltata, così i nerazzurri non sanno se attaccare o mantenere il risultato. E come una doccia fredda Moura pareggia al Camp Nou costringendo i nerazzurri a vincere la partita negli ultimi 10 minuti. Icardi ha la palla buona ma viene murato sul più bello, al 93’ invece Lautaro Martinez è libero per il colpo di testa che vale la qualificazione, ma la palla va alta. Non c’è tempo per altro, l’Inter è incredibilmente eliminata nonostante il pari del Tottenham. I nerazzurri sono stati gli unici a non aver battuto il Psv in casa.

Tabellino

Inter: Handanovic; D'Ambrosio, De Vrij, Skriniar, Asamoah (st 24' Lautaro Martinez); Candreva (st 11' Keita), Brozovic, Borja Valero; Politano (st 37' Vrsaljko), Icardi, Perisic. A disposizione: Padelli, Ranocchia, Nainggolan, Miranda. All. Luciano Spalletti.

Psv Eindhoven: Zoet; Dumfries, Sainsbury, Viergever, Angelino; Rosario, Hendrix; Lozano (st 49' Pereiro), Gutierrez (st 19' Sadilek), Bergwijn (st 25' Malen); de Jong. A disposizione: Room, Isimat-Mirin, Behich, Rigo. All. Mark van Bommel.

Reti: pt 13' Lozano (P), st 27' Icardi (I).

Note. Ammoniti: Brozovic, Politano. Lautaro Martinez, Skriniar (I), Zoet, Bergwijn, Sadilek, Dumfries (P)

Arbitro: Zwayer Felix.

Young Boys-Juventus, Allegri: "Dobbiamo arrivare primi. Chiellini riposa, Ronaldo no"