Antonio Conte
Antonio Conte

Milano, 24 novembre 2020 - Inter-Real Madrid è una partita decisiva. Lo dice la classifica, lo dice Antonio Conte. Ai nerazzurri, ultimi nel girone con 2 punti, servono almeno 7 punti nelle prossime tre partite, forse addirittura nove. Di sicuro, il primo match, quello di domani a San Siro con il Real, è da vincere. Nell'altro match, alle 18.55, di fronte Borussia M'gladbach e Shaktar.

E' una finale

"Per noi è una finale - ha ammesso Conte in conferenza stampa - Non ci sono tante soluzioni dopo due pareggi e una sconfitta, sappiamo che ci aspetta una gara difficile e che noi dovremo fare una grande partita". Ma si può battere questo Real Madrid? Per Conte, ripartendo dalla gara di andata, sì: "La partita di Madrid ha dimostrato che siamo competitivi - ha proseguito il tecnico - Possiamo migliorare alcune situazioni dimostrando di potercela giocare con grande determinazione, ci restano 3 gare e ci servono 7 o 9 punti nel girone più difficile della Champions". In Spagna i nerazzurri furono capaci di rimontare due gol, ma pagarono a caro prezzo un sanguinoso contropiede sul finale di gara, sprecando la grande reazione.

Quante cavolate

 

Inter sempre bersaglio di pessimismo e critiche, su questo Conte ha voluto mettere i puntini sulle i, delegando al campo e ai risultati ogni risposta. La sua difesa: "L'unico modo per non dare adito alle speculazioni e alle cavolate è rispondere sul campo, dobbiamo essere compatti e uniti per far fronte a tutto questo. Siamo l'Inter e alcune cose sono normali in un grande club, altrimenti andiamo in squadre medio basse per stare più tranquilli". Però all'Inter serve un salto di qualità per restare ai vertici in Europa e in Italia, Conte è d'accordo: "Lo dobbiamo fare - ha chiosato il tecnico - Se non è ancora arrivato non vuole dire che non arriverà in futuro. Le chiacchiere stanno a zero, servono i fatti e ognuno di noi deve assumersi le proprie responsabilità". Domani la prima risposta: calcio d'inizio domani alle 21 su Sky Sport 1.

Leggi anche - Champions, dove vedere Lazio e Juve