Aleksander Ceferin
Aleksander Ceferin

Milano, 15 maggio 2020 - "Penso che l'80% delle leghe europee porterà a termine la stagione. Ognuno è libero di decidere, ma chi sceglierà di non farlo dovrà darci i piazzamenti per definire le partecipanti alle prossime competizioni Uefa. Champions ed Europa League? Anche queste manifestazioni verranno completate, presumibilmente ad agosto". Aleksander Ceferin, presidente della Uefa, è assolutamente certo che la stagione calcistica sarà regolarmente condotta in porto, nonostante l'allarme Coronavirus. Ne è così sicuro che, durante un'intervista a beIN Sports, non nasconde la sua perplessità sulla scelta della Federcalcio francese di stoppare definitivamente il campionato. 

"Secondo me si è trattata di una decisione prematura. Ma non è una cosa che riguarda la Uefa - sottolinea Ceferin - La cosa importante per noi è sapere la classifica definitiva per poi comporre il quadro delle qualificate alle prossime coppe. Personalmente credo che cancellare la stagione troppo presto non sia ideale, le cose possono migliorare. Ma se la scelta è del Governo, cosa possono fare club o leghe?".

Restando all'esempio francese, il numero uno della Uefa evidenzia le difficoltà che Psg e Lione, ancora impegnate in Champions League (l'Olympique deve giocare la gara di ritorno degli ottavi di finale contro la Juventus), si troveranno ad affrontare. "Non so se sia giusto stare fermi così a lungo per poi disputare match così importanti. Ma, ribadisco, non è una mia decisione. Il problema si pone anche per i club dei campionati sospesi costretti a disputare i preliminari delle coppe dopo un lungo periodo di inattività".