Junior Firpo (Ansa)
Junior Firpo (Ansa)

Napoli, 24 marzo 2021 - Con la stagione ancora in corso e una qualificazione alla prossima Champions League da raggiungere a ogni costo la priorità va tutta al campo ma non per Cristiano Giuntoli, già al lavoro per il Napoli del futuro: da rinnovare c'è una squadra che in particolare per la batteria degli esterni bassi vivrà una profonda rivoluzione.

I partenti

Giugno 2021 rappresenterà la deadline della lunga permanenza in azzurro di Elseid Hysaj, che dal 2015 a oggi all'ombra del Vesuvio ha vestito i panni del soldatino duttile, fedele ma mai totalmente apprezzato dalla piazza: sarà colpa anche dell'unico gol messo a referto dall'albanese in 214 presenze che pesa come un macigno per una tifoseria che, si sa, i propri idoli spesso li sceglie in base a reti e prodezze? Probabile, ma la vera causa dell'imminente divorzio tra il Napoli e Hysaj è un rinnovo che nessuna delle parti ha più cercato da quando Maurizio Sarri ha lasciato il capoluogo campano per sbarcare in altri lidi: è inutile negare che il meglio in azzurro l'ex Empoli lo abbia dato proprio sotto la gestione del suo mentore. In realtà è da anni che l'entourage di Hysaj paventa l'addio ma stavolta, contratto alla mano, l'ora è vicina. Il discorso è analogo per Faouzi Ghoulam, il cui accordo con il club partenopeo tuttavia si estinguerà solo a metà 2022: l'algerino in realtà potrebbe anche restare fino alla scadenza, ma i tanti problemi fisici (non ultima la rottura del legamento crociato che lo terrà fuori causa fino all'inizio della prossima stagione) sono un fattore che toglie affidabilità al giocatore. Questo ingrediente non manca a Nikola Maksimovic, che a giugno saluterà Napoli e, ironia del destino, lo farà proprio nel momento in cui per lui che all'ombra del Vesuvio ha anche ricoperto il ruolo di terzino destro stavano arrivando fiducia, minutaggio e ottime prestazioni.

I possibili acquisti

A tutte queste partenze dovranno fare necessariamente da contraltare degli arrivi e sul taccuino di Giuntoli i nomi interessanti non mancano. Si comincia con Gabriel Gudmundsson, terzino sinistro del Groningen: sulle tracce dello svedese ci sono anche Lipsia e Borussia Dortmund. La concorrenza è ancora più serrata per Junior Firpo, col quale c'è già stato un contatto (non proficuo per volontà del Barcellona) la scorsa estate. La rassegna dei mancini termina con Federico Dimarco, mentre per quanto riguarda la corsia opposta piace Aimen Moueffek, che potrebbe arrivare dal Saint-Etienne per crescere alle spalle di Giovanni Di Lorenzo.

Leggi anche - Juventus, Nedved conferma Pirlo e Ronaldo