Adam Ounas, 22 anni

Napoli, 20 agosto 2019 - Mai come in questo momento il mercato in uscita del Napoli è collegato alle entrate: lo sanno bene Simone Verdi e Adam Ounas, che attendono di sapere quale sarà il loro destino.

LA FORMULA - Se fino a qualche giorno fa era l'ex Bologna il più vicino alla cessione, oggi la situazione si è ribaltata, con l'algerino a un passo dall'addio: salvo colpi di scena sarà infatti il Lille la nuova destinazione del classe '96, che sbarcherà in Ligue 1 con la formula del prestito oneroso da 3 milioni e il diritto di riscatto fissato a 22. Un'operazione che parte da lontano, per la precisione da quando gli azzurri avevano sondato quel Nicolas Pepé poi finito all'Arsenal nonostante il blitz in elicottero del suo entourage a Dimaro. Una scena diventata quasi cult e, evidentemente, un pomeriggio che non ha scalfito i rapporti tra le due società, che in effetti, per il bomber ivoriano, avevano trovato l'accordo su tutta la linea. Si avvia così alla conclusione (almeno per ora) la parentesi napoletana di Ounas, esterno tutto pepe (stavolta senza accenti) che all'ombra del Vesuvio è stato chiuso probabilmente solo dall'abbondanza che circola sulle fasce. Già, perché l'algerino notoriamente può scorrazzare su entrambe le corsie ed è quello che ha fatto negli ultimi 2 anni, collezionando però appena 39 presenze, impreziosite da 5 reti e un assist. Con l'imminente sbarco di Hirving Lozano, lo spazio per l'ex Bordeaux si sarebbe ridotto ulteriormente: da qui l'accelerata del Lille, alla quale fa da contraltare invece al brusco rallentamento sul fronte Verdi-Torino.

FRENATA GRANATA - A sorpresa, il classe '92 potrebbe restare alla corte di Carlo Ancelotti nonostante un feeling mai nato con l'ambiente. A cambiare le carte in tavola è stato il tramonto quasi definitivo del sogno James Rodriguez: senza ulteriori innesti sugli esterni, il Napoli non lascerà andare l'ex Bologna, complici anche i problemi emersi tra Aurelio De Laurentiis e Urbano Cairo. Quest'ultimo non vuole accontentare le pretese del club partenopeo, che punta a incassare più di 20 milioni per il fantasista di Broni, con tanto di esosa percentuale (il 50%) sulla futura rivendita. Chi è pronto a inserirsi nelle crepe dell'asse Napoli-Torino è la Sampdoria, disposta a mettere sul piatto quei 24 milioni che probabilmente farebbero cambiare ancora idea ad ADL, a prescindere da un nuovo acquisto nella zona offensiva che col passare dei giorni sembra fare sempre di più rima con Fernando Llorente.