Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
28 mag 2022

Calciomercato Lazio, il sostituto di Milinkovic è in Italia: piace Ilic

Il centrocampista del Verona è il candidato numero uno per i biancocelesti

28 mag 2022
ada cotugno
Sport
La Lazio è molto interessata a Ilic per il centrocampo
La Lazio è molto interessata a Ilic per il centrocampo
La Lazio è molto interessata a Ilic per il centrocampo
La Lazio è molto interessata a Ilic per il centrocampo

Roma, 28 maggio 2022- Sarà un'estate di calciomercato caldissima per la Lazio. Uno dei grandi scossoni sarà l'addio di Milinkovic-Savic che sembra ormai certo, viste le offerte recapitate dalle big e finite sulla scrivania di Claudio Lotito. Al momento non c'è nessuna pista concreta ma i biancocelesti vogliono già pensare al futuro e cercare un rinforzo che permetta al centrocampo di non perdere qualità anche nella prossima stagione. A tal proposito il nome che più convince è quello di Ivan Ilic, protagonista nell'ultimo campionato con la maglia del Verona.

Un nuovo talento serbo

Il primo punto di contatto fra Milinkovic-Savic e il proprio successore potrebbe essere la nazionalità. Infatti anche Ilic è serbo e inoltre conosce molto bene il collega biancoceleste, preso a modello per il suo futuro professionale. Tra le particolarità della sua carriera c'è quella di aver vissuto un anno indossando la maglia del Manchester City, anche se in realtà non è mai sceso in campo e dopo una girandola di prestiti durata poco più di un anno è finalmente approdato al Verona dove ha trovato la dimensione ideale per crescere e affermarsi come talento emergente. Lo scorso anno è stato riscattato dagli scaligeri per 7.5 milioni di euro e adesso è pronto per un ulteriore salto di qualità.

Il costo del cartellino

L'investimento della Lazio in questo caso dovrebbe essere importante: il cartellino di Ilic infatti è valutato dal Verona non meno di 20 milioni di euro, una cifra elevata per un giocatore di appena 21 anni ma che ha già dimostrato di poter avere tantissimi margini di miglioramento. A differenza di Milinkovic-Savic non ha un grandissimo feeling con gol e assist, ma predilige piuttosto ripiegare in difesa e aiutare la squadra a ripartire. Con Maurizio Sarri potrebbe affinare le sue capacità, ma bisognerà capire se i biancocelesti hanno voglia di investire davvero su un profilo così giovane per il prossimo anno. E in questo caso la parola del Sergente potrebbe essere decisiva.

Leggi anche - Verona, ufficiale la separazione da Tudor. Cioffi in pole

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?