Felipe Caicedo (laPresse)
Felipe Caicedo (laPresse)

Roma, 23 giugno 2019 – La stima di Inzaghi e l’ottima seconda stagione nella Capitale, potrebbero non bastare a Felipe Caicedo per strappare un rinnovo di contratto con la Lazio. Il tecnico biancoceleste vorrebbe trattenere l’ecuadoregno a Roma un altro anno, ma l’opera di svecchiamento della rosa attuata dalla società, e l’intenzione di acquistare un altro giocatore nel reparto avanzato, lo spingono lontano dal club biancoceleste. Caicedo è riuscito a riconquistare i tifosi, ha riscattato la prima annata non positiva, ma alla soglia dei 31 anni l’ex Espanyol vuole firmare l’ultimo contratto a lungo termine della sua carriera. Per questo sta valutando le offerte che arrivano per lui. Le ipotesi portano tutte in Cina, in Medio Oriente oppure in Turchia. La storia con la Lazio sembra quindi essere giunta definitivamente ai titoli di coda, ma Caicedo lascerà sicuramente un bel ricordo nella mente dei sostenitori capitolini. Tare dovrà quindi guardarsi intorno, l’arrivo di Adekanye non basterà per rimpiazzarlo. Come vice-Immobile si cerca un centravanti con delle caratteristiche diverse da quelle del partenopeo. Dopo esser sfumato definitivamente Wesley, passato all’Aston Villa per 25 milioni, il nome più accreditato è quello di Petagna. Le richieste della Spal però sono alte, per questo alla fine Tare potrebbe decidere di virare sul mercato estero.

MANDZUKIC – Non sarà sicuramente Mario Mandzukic il compagno di reparto di Ciro Immobile. L’indiscrezione era stata lanciata dalla stampa croata, ma non ha trovato riscontri nell’ambiente capitolino. Lo juventino non rientra nei piani di Sarri, per questo cambierà aria quest’estate. Si sente però ancora pronto per un progetto ambizioso e tutti gli indizi sembrano spingerlo verso la Germania. Non solo l’età anagrafica (33 anni), ma anche l’ingaggio del giocatore, lo allontanano dalla Lazio. Difficile pensare ad ulteriori sviluppi in questo senso.