Christian Eriksen
Christian Eriksen

Milano, 20 gennaio 2021 – Mancano circa 10 giorni alla fine del mercato e per l’Inter si prospetta quello che Beppe Marotta aveva affermato qualche settimana fa: “Non ci sono operazioni fattibili, valuteremo le forze interne”. Con Eriksen ancorato a Milano e in assenza di offerte e un Pinamonti bloccato da un ingaggio molto elevato, l’Inter non riuscirà a creare un tesoretto per il mercato in entrata.

Eriksen e la Premier League

La pedina da sacrificare per fare mercato in entrata è chiaramente Christian Eriksen, ma in un mondo calcistico bloccato dalla pandemia il suo ingaggio da circa 7 milioni di euro frena qualsiasi pista. Non sono arrivati segnali da Parigi dove è sbarcato Pochettino, c’è qualche timido sondaggio dal Tottenham, sua ex squadra, ma attualmente nulla di concreto e convincente. Morale della favola, per cedere Eriksen l’Inter dovrebbe accettare condizioni poco remunerative, quindi inutili ai fini di un possibile mercato in entrata. Nelle ultime ore si è parlato anche di un possibile scambio con l’Arsenal per Lucas Torreira, ex Sampdoria e ora all’Atletico Madrid in prestito, ma l’agente del 24enne uruguaiano ha smentito contatti con l’Inter anche se l'ipotesi di uno scambio di prestiti potrebbe soddisfare entrambi i club.

Pinamonti resta

L’altra possibile uscita poteva essere rappresentata da Andrea Pinamonti. Una sua cessione avrebbe potuto liberare un posto in attacco, ma anche qui l’ingaggio della punta frena possibili piste. Lo vuole il Benevento ma l’Inter dovrebbe contribuire al pagamento dei suoi emolumenti, superano i 2 milioni di euro, e la trattativa si è arenata, anche perché senza una alternativa concreta in entrata Conte non vuole accorciare troppo le rotazioni, nonostante Pinamonti fino a qui  sia stato utilizzato poco. Ecco perché l’Inter potrebbe decidere di togliere definitivamente Pinamonti dal mercato e restare così fino a fine stagione, sperando che Sanchez possa dare una buona mano alla coppia Lautaro-Lukaku. Tra l’altro, con due sole competizioni da giocare, il calendario dell’Inter si fa meno frenetico e pressante. Si prospetta dunque un mercato dell’Inter senza colpi sia in entrata che in uscita, Conte farà con ciò che già ha.

Leggi anche - Coppa Italia, lo Spezia batte la Roma, Fonseca fa sei cambi