Gianni Infantino, presidente della Fifa
Gianni Infantino, presidente della Fifa

Milano, 4 ottobre 2021 - Un'accelerata alla campagna di vaccinazione fra i calciatori. E' ciò che si auspica la Fifa, che sposa la linea adottata dal Governo britannico. Per i giocatori impegnati in giro per il mondo con le rispettive Nazionali e che hanno completato il ciclo vaccinale, "sarà concesso loro di tornare da un Paese della lista rossa a condizioni di quarantena su misura”. Questo per far fronte alla situazione a dir poco grottesca venutasi a creare con i tesserati di Premier League in occasione della scorsa pausa riservata alla Nazionali, con il caso emblematico di Brasile-Argentina, sospesa a causa della presenza fra le file degli ospiti di quattro elementi provenienti dal campionato inglese e che non avrebbero potuto essere schierati per il protocollo Covid in vigore in Brasile. 

Il comunicato 

"Abbiamo lavorato a stretto contatto con il Governo del Regno Unito, la FA e la Premier League per trovare una soluzione ragionevole, nell'interesse di tutti, e crediamo che questa sia una soluzione molto più appetibile alla situazione che i giocatori hanno affrontato a settembre - si legge nel comunicato diffuso dal massimo organo di governo del calcio mondiale - La Fifa ritiene che questo sia un passo positivo nella giusta direzione e apprezza il supporto e la cooperazione di tutte le parti interessate al gioco durante un periodo difficile. Riconosciamo che questa decisione non aiuta tutti i giocatori e rimaniamo impegnati a migliorare ulteriormente la situazione per le prossime finestre e a partecipare alle discussioni per spiegare di più sulle numerose misure che stiamo mettendo in atto per ridurre i rischi di trasmissione del Covid a seguito dei viaggi dei giocatori". 

Problema vaccini in Premier 

Sempre a proposito di Premier League, nelle ultime ore sta emergendo il problema delle basse vaccinazioni fra i giocatori. Basti pensare che appena sette dei 20 club del massimo torneo inglese hanno più della metà dei calciatori in organico che hanno ricevuto entrambe le dosi. Le autorità governative e pure il commissario tecnico della Nazionale dei Tre Leoni, Gareth Southgate, hanno invitato i giocatori di Premier a sottoporsi al vaccino. E un'esortazione è arrivata anche dalla Fifa. "Incoraggiamo le vaccinazioni Covid-19 e sosteniamo la posizione dell’Organizzazione mondiale della sanità: un accesso sicuro, giusto ed equo è fondamentale in tutti i Paesi. I giocatori non dovrebbero ricevere l’accesso prioritario ai vaccini". 

Leggi anche: Inter, Sanchez via a gennaio?