Spadafora (ANSA)
Spadafora (ANSA)

Roma, 31 luglio 2020 – Nel weekend calerà il sipario sulla stagione della Serie A di calcio. Un traguardo che fino a pochi mesi fa poteva sembrare persino difficilmente raggiungibile e che invece è stato reso raggiungibile da procedure e protocolli che si sono rivelati efficaci. Comprensibile quindi la soddisfazione del Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora, intervenuto oggi ai microfoni di Radio Kiss Kiss: “Nel fine settimana si chiuderà il campionato e questo mi pare già un grande successo. Ci siamo mossi con cautela e abbiamo fatto le cose con calma, ripartendo appena è stato possibile e non quando cercavano di costringerci a farlo. Ora speriamo di poter ripartire in tranquillità a settembre”.

Spadafora ha poi cercato di tenere il freno a mano tirato sulla riapertura degli stadi: “Bisogna ancora capire bene quale sarà l’evoluzione dell’epidemia. Mi sembrano fuori dalla realtà le fughe in avanti di coloro che vogliono ripartire subito e anche con gli stadi aperti”. Il Ministro dello Sport ha infine condiviso le preoccupazioni del presidente della Figc Gabriele Gravina che ha chiesto uno snellimento dei protocolli sanitari in vista della prossima stagione: “Gravina si dice preoccupato per la rigidità dei protocolli sanitari in vista della partenza della prossima stagione. Anche io lo sono ma per la situazione d’emergenza sanitaria nel paese. Quando capiremo bene come si evolve il quadro emergenziale, potremo occuparci del calcio e di tutto il resto”.