Esultanza Joao Pedro, autore del 4-2
Esultanza Joao Pedro, autore del 4-2

 

Cagliari, 27 giugno 2020 - Poker del Cagliari ai danni del Torino (4-2 il risultato finale) nel secondo match di giornata del 28° turno della Serie A. Nandez, con un super gol, e Simeone portano gli uomini di Zenga sul doppio vantaggio nel primo tempo, mentre gli altri quattro gol del match, due per parte, giungono nel secondo tempo. Nainggolan, al primo pallone della ripresa, cala il tris, poi, successivamente, Bremer e Belotti riaccendono le speranze dei granata con il 2-3 nel giro di 5’. Al 69’ Joao Pedro, su rigore, fissa il punteggio sul 4-2. Con questa vittoria, i padroni di casa si issano a 38 punti e appaiano momentaneamente l’Hellas Verona; al contrario, gli uomini di Longo restano fermi al palo con 31 punti e con sei di vantaggio sul terzultimo posto.

Cronaca. Nandez e Simeone consentono al Cagliari di chiudere il primo tempo sul doppio vantaggio. Pronti via e il Torino sfiora il gol con il tacco volante di De Silvestri, la sfera si spegne poco alta rispetto alla porta difesa da Cragno. Passano 3’ e i padroni di casa si rendono pericolosissimi con Joao Pedro, la sua conclusione da lontano esce di poco sul fondo. Al 12’ il Cagliari è già in vantaggio con il gran gol di Nandez: l’uruguaiano raccoglie una respinta della difesa granata dopo un calcio d’angolo e dal limite dell’area di rigore fulmina l’incolpevole Sirigu. Passano 6’ gli uomini di Zenga raddoppiano con Simeone: il Cholito sfrutta l’ottimo suggerimento di Lykogiannis e da pochi passi trafigge l’estremo difensore ospite (terzo gol consecutivo per il numero 99). Da segnalare che il gol inizialmente viene annullato per fuorigioco del difensore greco, ma il VAR corregge l’errore del guardalinee. I padroni di casa continuano a spingere sull’acceleratore e al 24’ Nainggolan ci prova dalla distanza, ma il pallone si spegne sul fondo. Nel finale di tempo, precisamente al 37’, i granata sfiorano il gol con Belotti, Cragno, con il corpo, respinge. Altri 5’ giri d’orologio e il Torino rischia di uscire definitivamente dal match: cross in mezzo di Nandez e Mariani decreta un calcio di rigore per un tocco di mano di Nkoulou. Il penalty, però, viene cancellato dal VAR, in quanto il tocco è valutato con la spalla.

La ripresa regala altri quattro gol, due per il Cagliari e due per il Torino. Gli uomini di Zenga, con questo 4-2, mettono a referto la seconda vittoria consecutiva, dopo l’1-0 rifilato alla Spal nella scorsa giornata, e agganciano momentaneamente l’Hellas Verona a quota 38. Neanche il tempo di ritornare sul terreno di gioco che gli uomini di Zenga calano il tris: Nainggolan, dal limite, lascia partire un sinistro fulminante che passa sotto le gambe di Nkoulou e s’infila nell’angolino basso. Il Torino prova a rientrare nel match con Edera, al 56’, ma la conclusione è troppo centrale e Cragno blocca facilmente. Quattro giri d’orologio e gli uomini di Longo trovano l’1-3 con Bremer: il difensore brasiliano sfrutta l’ottima sponda di Ola Aina e da due passi fulmina Cragno. Trascorrono 2’ e Rog, per i padroni di casa, tenta la botta dal limite dell’area, la sfera esce alta di pochissimo. Scampato il pericolo, gli ospiti accorciano ancora: cross al bacio di Verdi sugli sviluppi di un calcio d’angolo e perfetta conclusione al volo di Belotti, che regala ai suoi il 2-3. La gioia dei piemontesi, però, dura solo quattro minuti. Al 69’, infatti, il Cagliari serve il poker con il rigore perfetto di Joao Pedro: l’attaccante brasiliano spiazza Sirigu e raggiunge quota 17 gol in campionato. Nell’occasione del penalty fallo ingenuo di Nkoulou su Pellegrini. Belotti e compagni tentano, senza successo, di rientrare nel match, ma il 4-2 resta scolpito nel tabellino. I rossoblù arrivano a 38 punti (gli stessi dell’Hellas Verona), mentre il Torino resta fermo a quota 31, a +6 sul terzultimo posto.

Tabellino

Cagliari-Torino 4-2

12’ Nandez, 18’ Simeone, 46’ Nainggolan, 60’ Bremer (T), 65’ Belotti (T), 68’ rig. Joao Pedro

Cagliari (3-5-2): Cragno; Walukiewicz, Ceppitelli, Carboni (86’ Carboni); Mattiello (59’ Ionita), Nandez, Nainggolan (59’ Cigarini), Rog, Lykogiannis (66’ Pellegrini); Simeone, Joao Pedro (87’ Ragatzu). Allenatore: Walter Zenga

Torino (4-4-2): Sirigu; De Silvestri (58’ Ansaldi), Izzo, Nkoulou, Bremer; Edera (58’ Verdi), Meite, Rincon (74’ Lukic), Ola Aina (74’ Singo); Berenguer (80’ Millico), Belotti. Allenatore: Moreno Longo

Ammoniti: Mattiello, Cigarini, Carboni (C)

Arbitro: Sig. Maurizio Mariani