Joao Pedro trova il pari contro il Sassuolo (Ansa)
Joao Pedro trova il pari contro il Sassuolo (Ansa)

Cagliari, 18 luglio 2020 - Dopo l’1-1 nel match delle 17.15 tra Hellas Verona e Atalanta, anche Cagliari e Sassuolo impattano con lo stesso punteggio. Il preciso colpo di testa di Caputo consente agli uomini di De Zerbi di chiudere il primo tempo in vantaggio. Nella ripresa, invece, Joao Pedro permette agli Zenga boys (in 10 per l’espulsione di Carboni ad inizio secondo tempo) di pervenire al pareggio. I sardi toccano quota 42, mentre gli emiliani non festeggiano nel migliore dei modi il proprio centenario e dicono probabilmente addio al sogno Europa League: il Milan, impegnato in serata con il Bologna, può scappare a +8.

Cagliari-Sassuolo 1-1, rivivi la diretta

Serie A, risultati e classifica

Cronaca. Un colpo di testa da vero opportunista di Francesco Caputo regala il vantaggio al Sassuolo nel primo tempo. La partita non offre grossi spunti, ma gli uomini di De Zerbi sono abili a sbloccarla al 13’ grazie all’ex Empoli. Dagli sviluppi di un corner, Faragò prolunga involontariamente la sfera sul secondo palo e il numero 9, da vero rapace, si fa trovare pronto e, di testa, incorna e buca l’incolpevole Cragno. Per l’attaccante pugliese è il quinto centro da quando si è ritornati in campo dopo la lunga sosta legata all’emergenza sanitaria del Coronavirus. Le altre due occasioni dei neroverdi (oggi in maglia biancoverde, quella da trasferta) sono capitate entrambe sul piede di Haraslin (al 6’ e al 15’), ma Cragno risponde presente e blocca la sfera in tutt’e due le circostanze.

Nella ripresa il Cagliari, grazie al 18° centro stagionale di Joao Pedro, acciuffa l’1-1. Al 48’ piove sul bagnato per il Cagliari. Gli uomini di Zenga restano in 10 per l’espulsione di Carboni: il giovane difensore numero 36 stende Djuricic e guadagna anzitempo la strada degli spogliatoi. Passano 8’ giri di lancette e il Sassuolo prova subito a sfruttare la superiorità numerica, ma il tentativo di Djuricic è fuori misura. Al 63’ arriva la svolta del match per i padroni di casa. Il rossoblù si risvegliano dal torpore di tutto il primo tempo e con Joao Pedro pervengono all’1-1. È lo stesso brasiliano a dare il via al contropiede vincente: il numero 10 s’invola verso l’area, serve Rog, che gli restituisce la sfera con un perfetto assist da spedire in fondo al sacco. Gli uomini di Zenga, rinfrancati dal pareggio, al 69’ si rendono pericolosi con Rog: il tiro dell’ex Napoli termina alto rispetto al bersaglio grosso. A 11’ dal gong il Sassuolo si rivede dalle parti di Cragno con Ferrari, il suo colpo di testa termina sul fondo. Nel finale il Sassuolo prova il colpaccio con Boga, il tentativo del numero 7 non trova lo specchio della porta. Con questo 1-1, il Cagliari tocca quota 42 e riscatta il ko con la Sampdoria; il Sassuolo, altresì, dice probabilmente addio al sogno Europa League: il Milan può scappare a +8.

Tabellino

Cagliari (3-5-2): Cragno; Pisacane, Ceppitelli, Carboni; Faragò, Nandez, Birsa (1' st Ladinetti), Rog (45' st Klavan), Mattiello; Joao Pedro, Pereiro (1' st Simeone). In panchina: Rafael, Ciocci, Del Pupo, Porru, Walukiewicz, Lykogiannis, Lombardi, Ragatzu, Paloschi. Allenatore: Zenga.

Sassuolo (4-2-3-1): Pegolo; Muldur (26' st Magnani), Marlon, Ferrari, Rogerio (45' st Kyriakopoulos); Locatelli, Traorè (26' st Raspadori); Haraslin (26' st Ghion), Djuricic (45' st Manzari), Boga; Caputo. In panchina: Consigli, Russo, Chiriches, Mercati, Piccinini, Peluso. Allenatore: De Zerbi. 

Arbitro: Ayroldi di Molfetta. 

Reti: 12' pt Caputo, 18' st Joao Pedro. Note: serata serena, terreno di gioco in discrete condizioni. Al 3' st Carboni espulso per somma di ammonizioni. Ammoniti: Farago', Marlon, Rog, Ferrari. Angoli: 0-9. Recupero: 2'; 4'.