Cerri segna il gol decisivo (Ansa)
Cerri segna il gol decisivo (Ansa)

Cagliari, 2 dicembre 2019 - Girandola di gol ed emozioni alla Sardegna Arena, dove Cagliari e Sampdoria danno vita ad uno scoppiettante 4-3. Gli ospiti, grazie al rigore di Quagliarella, chiudono in vantaggio il primo tempo, mentre nella ripresa il Cagliari compie una folle rimonta, da 1-3 a 4-3. La ripresa si apre con il 2-0 ospite firmato da Ramirez, mentre al 69’ Nainggolan riapre il match. Un solo minuto e Quagliarella, con un super gol, trova l’1-3. Da qui in poi inizia un’altra partita, con gli uomini di Maran che la ribaltano con la doppietta di Joao Pedro (74’ e 76’) e il gol vittoria di Cerri al 96’. Quarto posto a pari punti con la Roma per i sardi; al contrario, quartultimo per gli uomini di Ranieri. 

​Classifica di Serie A

Cronaca. Un calcio di rigore di Quagliarella permette alla Sampdoria di essere in vantaggio sul Cagliari. Al 9’ i padroni di casa si rendono pericolosi con Faragò, Audero fa buona guardia e respinge in angolo la minaccia. Dieci giri d’orologio e la Sampdoria risponde con Ramirez, Rafael smanaccia e salva i suoi. Scampato il pericolo, gli uomini di Maran intensificano gli attacchi e Joao Pedro va due volte alla conclusione: al 23’ il suo tentativo viene smorzato dalla difesa doriana e Audero blocca senza sussulti, mentre al 25’ il colpo di testa del brasiliano termina non lontano dal palo. Altri 3’ e Simeone, dopo il suggerimento di Cigarini, manca la deviazione vincente di poco. Gli uomini di Ranieri non ci stanno e al 35’ vanno vicinissimi al vantaggio: Quagliarella, con una rovesciata spettacolare, chiama al super intervento Rafael. Gli ospiti insistono anche sessanta secondi dopo con Ramirez, il suo tiro al volo in caduta termina alto sopra la traversa. Un altro minuto e gli sforzi della Doria vengono premiati: Pellegrini scivola in area di rigore e travolge Gabbiadini. Dal dischetto Quagliarella è glaciale e con una conclusione potente buca Rafael. Nel finale il Cagliari ci prova con Nainggolan, Audero, complice una deviazione, non corre pericoli.

Ripresa scoppiettante, con il Cagliari che prima sprofonda e poi risorge, ribaltando il risultato sul 4-3. Al 51’ gli uomini di Ranieri raddoppiano con Ramirez: l’attaccante uruguaiano da pozione defilata scarica la sfera sotto il sette. Passano 10’ e Nainggolan ci prova da calcio di punizione, Audero respinge di pugno. Sessanta secondi e la Sampdoria trova il 3-0 con Gabbiadini, ma il gol viene annullato per posizione iniziale di fuorigioco di Ramirez. Al 69’ il Cagliari rientra nel match con un gran gol dalla distanza di Nainggolan, ma i sardi non fanno nemmeno in temo ad esultare che Quagliarella, con un super tiro al volo, sigla la sua doppietta personale e porta il punteggio sul 3-1. Partita finita? Non scherziamo. Gli uomini di Maran, infatti, pervengono al 3-3 in due minuti con la doppietta di Joao Pedro: al 74’ l’attaccante numero 10, con una deviazione volante di tacco, sigla il 2-3 e al 76’ sfrutta l’ottimo assiste del sempre presente Nainggolan e spedisce la sfera alle spalle di Audero. Subita l’incredibile rimonta, la Sampdoria all’82’ prova a rimettere la testa avanti con Quagliarella, Rafael in tuffo blocca la sfera. Al 96’, poi, il Cagliari completa una folle rimonta con il colpo di testa di Cerri, Da segnalare l’ottimo assist di Pellegrini e il preciso stacco dell’attaccante numero 9, entrato in campo al 92’. Con questa incredibile vittoria, il Cagliari aggancia la Roma al quarto posto, con 28 punti. Beffa clamorosa per la Sampdoria: al 71’ gli uomini di Ranieri erano in vantaggio con il risultato di 3-1. Con questo ko, gli ospiti restano fermi a 12, a soli due punti di vantaggio dal Genoa terzultimo.

Tabellino

Cagliari-Sampdoria 4-3 38’ rig. e 69’ Quagliarella (S), 51’ Ramirez (S), 68’ Nainggolan (C), 74’ e 76’ Joao Pedro (C), 96’ Cerri (C)

Cagliari (4-3-1-2): Rafael; Faragò, Pisacane, Klavan, Pellegrini; Castro (57’ Nandez), Cigarini, Rog (84’ Ionita); Nainggolan; Joao Pedro, Simeone (92’ Cerri). Allenatore: Rolando Maran

Sampdoria (4-4-2): Audero; Thorsby, Ferrari, Colley, Murru; Ramirez (77’ Caprari) , Vieira, Ekdal (74’ Linetty), Jankto; Quagliarella, Gabbiadini (81’ Rigoni). Allenatore: Claudio Ranieri

Ammoniti: Nandez, Faragò, Cerri (C); Colley (S)

Arbitro: Sig. Gianluca Aureliano