Diego Godin
Diego Godin

Milano, 10 giugno 2020 – L’asse tra Inter e Cagliari rimane caldo, caldissimo, anche se non sul fronte Nainggolan. Il presidente Giulini ha ammesso le difficoltà per un club come il Cagliari di investire cifre di un certo tipo per la conferma del mediano belga dopo la buona stagione scorsa, ma alla fine il rapporto tra le due società potrebbe portare in dote a Di Francesco un altro giocatore di calibro.
Situazione di stallo sul fronte Nainggolan: l’Inter lo valuta 15 milioni di euro, poi c’è anche l’ingaggio elevato che di fatto impedisce al Cagliari uno sforzo economico di questo tipo. Il centrocampista, dopo essersi rilanciato in Sardegna, potrebbe dunque rientrare nelle rotazioni del centrocampo interista, non essendoci stata nell’estate scorsa una rottura importante tra le parti. Con la mentalità giusta un giocatore come Nainggolan, per caratteristiche, potrebbe servire nello scacchiere di Conte: in fin dei conti il belga non lesina energie e ha capacità di inserimento con pochi eguali nel suo ruolo, oltre ad essere in grado di segnare con costanza. Se ben inserito può essere rivalutato nelle rotazioni e dare una mano alle strategie tecniche dell’allenatore salentino. Insomma, il suo futuro è più vicino ai colori nerazzurri che a quelli rossoblù.

GODIN A CAGLIARI – Dicevamo del solido rapporto tra i due club che non si è interrotto su Nainggolan. Infatti l’asse di mercato può portare a Di Francesco un grande colpo per la difesa. Oltre a Fazio dalla Roma, appare vicinissimo lo sbarco dell’uruguagio Diego Godin, per un Cagliari dalle forti ambizioni europee. Godin ha iniziato la stagione all’Inter finendo in panchina per far posto a Bastoni, poi nel finale si è ripreso la titolarità al posto di Skriniar, senza però convincere società e tecnico a trattenerlo. Per lui pronta una nuova avventura in Italia alla corte di Di Francesco, per una operazione che dovrebbe essere a titolo definitivo e per far posto nella difesa dell’Inter ad un nuovo innesto.