Simone Inzaghi
Simone Inzaghi

ROMA, 25 settembre 2020 - Domani ricomincerà ufficialmente la stagione della Lazio, che non è scesa in campo la scorsa settimana per la richiesta di rinvio da parte dell’Atalanta, e il successivo slittamento della gara al 30 settembre. L’esordio dei biancocelesti sarà quindi alla Sardegna Arena contro il nuovo Cagliari di Di Francesco. "I ragazzi hanno lavorato molto bene in queste settimane, abbiamo avuto qualche problemino nel reparto arretrato e non siamo riusciti ad inserire in tempo gente nuova. Partiremo con gli stessi dell'anno scorso più Reina ed Escalante che ci daranno una mano. Hanno fatto il ritiro con noi e sono due ragazzi che vogliono far bene”, le parole di Simone Inzaghi, intervenuto in conferenza stampa nel giorno di vigilia della sfida. Dopo tredici anni i biancocelesti torneranno in Champions League: "Sarà una stagione complicata ma vogliamo riprendere il nostro cammino. L'anno scorso è stata una stagione esaltante, un continuo di emozioni a partire dalla vittoria in Supercoppa Italiana fino al ritorno in Champions dopo un cammino difficilissimo”.

Le aspettative nonostante un mercato non proprio esaltante sono comunque molte: ”Non mi piace fare le griglie, è normale che probabilmente come tutti gli anni partiamo dietro, ma non mi pongo obiettivi. Sono fiducioso, perché alleno una squadra seria con ragazzi di valore. I nuovi non siamo riusciti a vederli neanche in allenamento e quindi ci vorrà del tempo, le prime tre giornate saranno di emergenza ma non deve essere un alibi”. Chiosa finale sul mercato: ”C’è ancora tempo, l'ha ribadito anche il presidente Lotito che non sarà un problema aiutare la squadra, ma questo gruppo va aiutato. Lo sa benissimo lui e lo sappiamo tutti che è una squadra che va aiutata. Gli infortuni sono tanti e si sono ripresentati. Dobbiamo essere bravi e prendere quello che offre il mercato, siamo in difetto di numero e vogliamo migliorarci sempre”.