Simone Inzaghi
Simone Inzaghi

ROMA, 15 dicembre 2019 – Domenica di vigilia per la Lazio di Simone Inzaghi, che nella giornata di oggi è volata a Cagliari per affrontare la sorprendente squadra di Maran. Una partita piena di insidie, a tutti gli effetti uno scontro Champions guardando alla classifica. Lo sa bene il tecnico biancoceleste, che in conferenza stampa ha dichiarato: “Sarà una partita difficilissima, troviamo una squadra che sta facendo benissimo, hanno un grandissimo entusiasmo, è una squadra di qualità, può mettere in difficoltà qualsiasi avversaria". La speranza è che l’eliminazione in Europa League possa non incidere sul morale della squadra: “Abbiamo fatto una buona settimana, sapevamo del match di Rennes in mezzo, dopo i due ko in extratime col Celtic sapevamo che il percorso fosse compromesso. Negli ultimi anni eravamo passati tranquillamente, domani vogliamo una bella reazione. Avevamo il dovere di passare il turno, sappiamo che non siamo stati bravi nelle prime quattro gare del girone. Abbiamo fatto le prestazioni ma non siamo stati bravi a portare dalla nostra gli episodi".

La Lazio dovrà fare attenzione anche ai tanti diffidati, in una partita che si prospetta maschia. In caso di ammonizione infatti, Acerbi, Leiva, Lulic e Parolo, salterebbero la Supercoppa Italiana contro la Juventus. Questo in ogni caso non condizionerà la formazione che scenderà in campo alla Sardegna Arena: “Assolutamente no, lo sappiamo. La nostra unica concentrazione è per il Cagliari, dopo avremo una finalissima da giocarci. La mia testa è alla gara di domani, i diffidati dovranno fare attenzione ma dovranno essere concentrati solo sul Cagliari". Chiosa finale con una considerazione: “Siamo in un ottimo momento. Guardo indietro, quando non venivano i risultati abbiamo sempre fatto la prestazione. I risultati passano da quelle. Raccoglievamo poco, ora lo stiamo facendo meritatamente. Dobbiamo credere in quello che facciamo, domani sarà molto importante".