8 apr 2022

Cagliari-Juve, Allegri: "Battendo l'Inter avremmo potuto pensare allo Scudetto"

Le parole del tecnico bianconero alla vigilia della trasferta in casa dei rossoblù: "Non permettiamo alla Roma di avvicinarsi"

Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri

Torino, 8 aprile 2022 - "I complimenti post Juve-Inter? Non servono a niente. Si rischia di accontentarci, di trovare alibi, che invece non ci devono essere. Bisogna fare punti per difendere il quarto posto. Vincendo domenica scorsa avremmo avuto una piccola speranza di Scudetto, anche se era complicato. Ora dobbiamo solo pensare a qualificarci alla prossima Champions". Massimiliano Allegri è chiaro alla vigilia della trasferta di Cagliari: accantonati i sogni Tricolore, deve essere la praticità a farla da padrona in casa bianconera. Il margine sulla Roma non è rassicurante e la Vecchia Signora non può permettersi passi falsi, a cominciare dal match di domani in terra sarda. 

"Bonucci forse titolare"

 

"Ci attende una partita molto complicata. Il Cagliari è una squadra fisica, secondo me verrà fuori un brutta gara tecnicamente. Poi loro saranno arrabbiati per la pesante sconfitta rimediata con l'Udinese. Per noi sono tre punti molto importanti, dato che la Roma è a -5. Non dobbiamo consentirle di avvicinarsi ulteriormente - sottolinea Allegri, che contro i rossoblù dovrà rinunciare agli squalificati De Sciglio e Morata, e all'infortunato Locatelli - Le assenze non devono rappresentare una scusante, valuterò se giocare con un centrocampo a due o a tre. Dovremo adattarci e capire il tipo di gara, perché rispetto a quella con l'Inter sarà molto diversa. Stiamo bene e la squadra si è allenata bene, quindi ci sono tutte le condizioni perché si giochi una grande partita. Bonucci sta meglio, deciderò se portarlo in panchina o schierarlo dal primo minuto". 

Da Rabiot a McKennie

 

Detto delle condizioni fisiche del'ex difensore del Milan, Allegri si concentra anche su altri singoli. "Rabiot si trova meglio nel centrocampo a due, perché ha gamba e copre molto campo. Contro l'Inter ha giocato bene anche tecnicamente, dando diversi palloni in verticale e credo che migliorerà sotto questo aspetto. Poi ci sono altre volte in cui dobbiamo schierarci con un centrocampo a tre e lui può andare meno bene, ma l'importante è che la squadra ottenga il risultato. McKennie? Speriamo nel giro di un mese che possa rientrare ed essere a disposizione per le ultime quattro/cinque partite. Dybala? Tutti - continua il tecnico livornese - devono dare il loro contributo affinché la Juventus finisca fra le prime quattro in campionato e in finale di Coppa Italia. Non bisogna pensare al mercato, ma restare concentrati. La posizione in classifica? Se siamo quarti, evidentemente meritiamo di esserlo. Da qui alla fine della stagione possiamo solo che migliorare visto che abbiamo solo un impegno alla settimana". 

Leggi anche: Serie A, le probabili formazioni della 32° giornata

FRANCESCO BOCCHINI

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?