Esultanza Cagliari
Esultanza Cagliari

Cagliari, 20 settembre 2019 - Il Cagliari batte 3-1 il Genoa e fa suo l’anticipo di questa quarta giornata. Succede tutto nella ripresa: al 46’ Simeone, con un preciso colpo di testa, apre le danze. Il match, successivamente si trascina con l’1-0 fino all’83’, poi nel giro di quattro minuti arrivano gli altri tre gol: prima Kouamé regala l’1-1 al Genoa con un preciso destro dal limite dell’area di rigore, poi Zapata, con uno sfortunato autogol, consegna il 2-1 ai padroni di casa. All’87’ Joao Pedro chiude i conti e consente agli uomini di Maran di ottenere la seconda vittoria consecutiva. Al contrario, gli uomini di Andreazzoli incappano nel secondo ko di fila, dopo l’1-2 contro l’Atalanta.

Cronca. Il risultato del primo tempo tra Cagliari e Genoa non si sblocca, ma le occasioni non mancano. Il primo tentativo del match è di marca cagliaritana: Pellegrini calcia di destro dal limite, Radu manda in angolo. Al 20’ Joao Pedro ci prova di testa, l’estremo difensore genoano blocca senza problemi. Dieci giri d’orologio e il Cagliari va vicinissimo all’1-0: un innocuo tiro cross di Ionita si trasforma in assist per Simeone, che in tuffo di testa manda la sfera non lontana dalla porta difesa da Radu. Passano due giri d’orologio e Olsen è miracoloso sul colpo di testa ravvicinato di Kouamé; da segnalare l’ottimo assist di Schone.

Nella ripresa il Cagliari riesce ad avere la meglio del Genoa, con il risultato di 3-1. Pronti via e gli uomini di Maran passano con Simeone: cross al bacio di Ionita e stacco imperioso del numero 99 cagliaritano. Dopo il vantaggio, i padroni di casa non corrono pericoli fino al 62’, quando Favilli di testa, da ottima posizione, si divora il gol del pareggio. Il match sembra incanalarsi verso l’1-0 finale, ma negli ultimi succede di tutto e il risultato passa sul 3-1. All’83’ Koaume sfrutta l’ottimo suggerimento di Sanabria e dal limite dell’area di rigore buca l’incolpevole Olsen. Neanche il tempo di esultare per l’1-1 e Zapata, con uno sfortunato autogol, regala il nuovo vantaggio ai sardi. L’ex Milan nel tentativo di spazzare il cross di Nandez manda la sfera alle spalle del povero Radu. Tre giri di orologio e gli uomini di Maran chiudono i conti con Joao Pedro: contropiede cagliaritano portato avanti dallo stesso numero 10, che a tu per tu con Radu non sbaglia. Da segnalare la finta con cui lo mette a sedere. Nei tre minuti di recupero non succede più nulla e il Cagliari si aggiudica la contesa. Secondo successo in campionato per gli uomini di Maran (stesso risultato con cui i rossoblù hanno espugnato Parma); al contrario, secondo ko di fila per gli uomini di Andreazzoli dopo l’1-2 subito con l’Atalanta.

 

Tabellino

Cagliari-Genoa 3-1 46’ Simeone (C), 83’ Kouamé (G), 84’ aut.Zapata (C), 87’ Joao Pedro (C)

Cagliari (4-3-1-2): Olsen; Cacciatore, Pisacane, Ceppitelli, Pellegrini; Nandez, Cigarini (55’ Oliva), Ionita; Castro (78’ Rog); Simeone (82’ Birsa), Joao Pedro. Allenatore: Rolando Maran

Genoa (3-5-2): Radu; Biraschi, Zapata, Criscito; Ankersen (74’ Lerager), Schone, Radovanovic, Saponara (74’ Pandev), Pajac; Kouamè, Favilli. Allenatore: Aurelio Andreazzoli 

Ammoniti: Joao Pedro (C); Saponara (G)

Arbitro: Sig. Gianluca Manganiello