Spalek esulta dopo il suo primo gol in A (LaPresse)
Spalek esulta dopo il suo primo gol in A (LaPresse)

Brescia, 14 dicembre 2019 – Brescia e Lecce aprono la sedicesima giornata di Serie A con l’anticipo delle 15 del sabato. I padroni di casa passano in vantaggio al minuto 32 con il gol di Chancellor, raddoppiano sul finale di tempo con Torregrossa e chiudono il match al 61’ grazie a Spalek. Per tutti e tre i marcatori si tratta del primo gol assoluto in carriera in Serie A. I salentini, piuttosto disattenti e fuori dal gioco, escono sconfitti da una gara molto maschia e ricca di cartellini gialli. Le rondinelle salgono a quota 13 punti in classifica, annaspando momentaneamente fuori dalla zona retrocessione, mentre il Lecce rimane fermo a 15.

Brescia-Lecce, rivivi la diretta

Serie A live, le partite di oggi

PRIMO TEMPO – Il Brescia scende in campo con il solito 4-3-1-2. Corini è costretto a rinunciare a Joronen, infortunato, sostituito tra i pali da Alfonso. In avanti Torregrossa-Balotelli. Il Lecce si schiera a specchio; Liverani sceglie La Mantia e Lapadula in attacco, lasciando Falco in panchina. Le rondinelle si fanno vive nell’area avversaria al 7’, quando Torregrossa trova uno spiraglio per innescare Romulo, che da posizione defilata trova la respinta di Gabriel. La gara si gioca a ritmi alti, con grande equilibrio e contrasti duri in mezzo al campo. Balotelli calcia una punizione da oltre venti metri al minuto 22, il portiere blocca sicuro sul proprio palo. Gli ospiti faticano a penetrare nella difesa bresciana e allora Calderoni cerca il gol della domenica dalla distanza. Il suo sinistro viene respinto ad una mano da Alfonso, sulla ribattuta Lapadula cerca una rovesciata piuttosto complicata che si spegne sul fondo. Il Brescia trova il vantaggio al 32’. Torregrossa effettua una sponda aerea su un traversone lungo proveniente dalla destra, Spalek la rimette in mezzo in scivolata e pesca Chancellor ad un metro dalla linea di porta, che di coscia realizza il suo primo gol in Serie A. I padroni di casa trovano il raddoppio al 43’. Tonali lancia in profondità verso Sabelli, Gabriel esce dai pali per proteggere la palla che sembra destinata sul fondo ma il terzino ci arriva, la gira in mezzo e Torregrossa la spinge in porta. La prima frazione di gioco sul chiude sul 2-0.

Serie A, risultati e classifica

SECONDO TEMPO – Il Lecce cerca di mettere pressione alla difesa avversaria, mentre il Brescia agisce di rimessa. Proprio da una situazione di contropiede Balotelli si rende pericoloso, sfiorando il palo con una conclusione dalla distanza al minuto 54. E’ ancora Supermario a intercettare un buon cross dalla trequarti di Bisoli, ma il suo tiro stavolta è facile preda di Gabriel. I salentini, in notevole difficoltà quest’oggi, perdono un altro pallone sanguinoso in difesa. Rispoli perde un contrasto con Torregrossa, che premia l’inserimento di Bisoli il quale serve Spalek dinnanzi alla porta, lasciata sguarnita dall’uscita del portiere. Lo slovacco firma al 61’ il suo primo gol in Serie A, così come fatto precedentemente da Chancellor e Torregrossa, e la terza rete odierna per i bresciani. Falco, subentrato ad inizio ripresa, fa la barba all’incrocio dei pali della porta di Alfonso sulla battuta di un calcio di punizione dal limite dell’area. Il Lecce sciupa due occasioni incredibili nell’arco di sessanta secondi, tra il 70 e il 71’. Prima La Mantia si ritrova a tu per tu con il portiere dopo una disattenzione di Chancellor, ma Alfonso fa un miracolo con i piedi; dopo è Babacar, appena entrato in campo, ad uncinare un pallone impossibile in area e sbattere ancora contro l’estremo difensore bresciano. Romulo va vicino al 4-0 all’85’, quando in contropiede si ritrova solo contro il portiere che lo ipnotizza e sventa la minaccia con una respinta bassa. I tentativi finali del Lecce sono vani e la gara si conclude con il punteggio di 3-0 a favore del Brescia.

Tabellino

Brescia (4-3-1-2): Alfonso; Sabelli, Chancellor, Mangraviti, Mateju; Bisoli, Tonali (35' st Viviani sv), Ndoj (29' pt Spalek); Romulo; Torregrossa 25' st Martella), Balotelli.

In panchina: Andrenacci, Gastaldello, Zmrhal, Donnarumma, Aye, Magnani, Matri, Morosini. Allenatore: Corini.

Lecce (4-3-1-2): Gabriel; Rispoli, Rossettini, Dell'Orco, Calderon (27' st Babacar); Majer (17' st Farias), Tachtsidis, Tabanelli; Shakhov (1' st Falco); La Mantia, Lapadula.

In panchina: Vigorito, Bleve, Riccardi, Vera, Benzar, Dubickas, Gallo, Lo Faso, Maselli. Allenatore: Liverani.

Arbitro: Irrati di Pistoia.

Reti: 32' pt Chancellor, 44' pt Torregrossa, 16' st Spalek.

Note: pomeriggio sereno, terreno di gioco in buone condizioni. Ammoniti: Shakhov, Majer, Balotelli, Chancellor, Torregrossa, Lapadula, Tabanelli, Spalek, Calderoni, Farias. Angoli: 3-5. Recupero: 3' pt, 3' st.