Bosnia-Italia (Ansa)
Bosnia-Italia (Ansa)

 

Sarajevo, 18 novembre 2020 - Missione compiuta: l'Italia batte 2-0 la Bosnia e accede alla Final Four di Nations League, dove troverà Belgio, Spagna e Francia. A decidere sono state le reti, una per tempo, di Belotti e Berardi, ma ancora una volta il vero marchio di fabbrica della Nazionale di Roberto Mancini (oggi ancora sostituito in panchina da Alberico Evani) è il gioco di squadra nel segno della compattezza e dell'entusiasmo.

Il primo tempo

Al 4' serve una deviazione di Florenzi per respingere la gran botta di Krunic: la replica ospite arriva con Belotti, la cui conclusione si spegne sul fondo. Allo scoccare del quarto d'ora il Gallo ci riprova, stavolta di testa su suggerimento di Florenzi, ma l'esito è il medesimo. Al 22' la punta del Torino si riscatta alla grande finalizzando di prima intenzione e in posizione precaria un suggerimento magistrale di Insigne. Al 25' Berardi cerca di arrotondare il risultato con il mancino: si oppone Piric, che al 32' tira un sospiro di sollievo di fronte al tocco decisivo mancato per poco dal solito Belotti. La Bosnia dà segnali di vita al 37' e al 38', quando prima Donnarumma replica con i piedi a Prevljak e poi Sanicanin sfiora la rete di testa. L'Italia si salva e torna pericolosa poco dopo con Insigne, che prima si rende protagonista con un pregevole controllo al volo e poi va a un passo dal secondo palo con un tiro a giro. A ridosso del duplice fischio è la Bosnia a costruire la migliore palla gol con Gojak, che per un soffio non riesce a capitalizzare il suggerimento di Corluka.

Il secondo tempo

I padroni di casa continuano ad attaccare all'alba della ripresa: Pjanic pennella verso il secondo palo, dove c'è appostato Sanicanin, che da due passi non trova il bersaglio. Gli azzurri rispondono al 60', quando un tiro-cross di Acerbi per poco non arriva a Locatelli, che in spaccata manca la sfera di un soffio. Il centrocampista del Sassuolo si riscatta al 68' suggerendo per il compagno di club Berardi, che in acrobazia castiga Piric. All'82' il fresco marcatore esce appannaggio di Bernardeschi, che si presenta subito colpendo al volo la traversa su imbeccata del solito Insigne: quest'ultimo si mette in proprio in pieno recupero ma la gioia personale per il numero 10 non arriva. Arriva invece il pass per la Final Four di Nations League: un risultato non scontato se si pensa allo stato in cui versava la Nazionale fino a pochi anni fa.

Leggi anche - Nations League, Italia-Polonia 2-0