Romelu Lukaku, ancora una volta protagonista nella vittoria dell'Inter (Ansa)
Romelu Lukaku, ancora una volta protagonista nella vittoria dell'Inter (Ansa)

Gladbach (Germania), 1 dicembre 2020 – L’Inter è ancora viva e può sperare negli ottavi di Champions League. I nerazzurri hanno espugnato per 2-3 il campo del Borussia e ora devono vincere con lo Shaktar all'ultima giornata e sperare nella vittoria del Real contro i tedeschi. Tra l'altro le merengues, con la sconfitta di oggi, non sono certi del passaggio del turno. Partita da brividi, Inter avanti 3-1 con la doppietta di Lukaku, nel finale era arrivato il 3-3 Borussia con Plea, ma il Var ha salvato la squadra di Conte.

Apre Lukaku

Conte schiera Brozovic in regia, di ritorno dopo il virus, e la coppia Lukaku-Lautaro davanti. Rose con Stindl a supporto della temibile coppia Thuram-Pleà. Parte forte l’Inter che lascia sfogare il possesso palla del Borussia per poi pungere in contropiede. Già al 6’ Lautaro si fa murare sul più bello in girata a centro area. Nella fase centrale della prima frazione gli ospiti sfondano con facilità, al 15’ Lukaku scappa a destra e serve Young, destro deviato di poco a lato. Ma il gol è nell’aria e arriva al 17’, Lukaku fa da sponda a Gagliardini che poi serve l’incursione di Darmian, diagonale e 0-1 con Sommer impreciso nella parata. Grande Inter, Lautaro ha l’occasione del raddoppio al 33’ ma si fa murare due volte a pochi passi dalla porta. Nel finale di tempo esce forte il Borussia che mette alle corde l’Inter, Handanovic deve salvare due volte in un minuto su Lainer e Thuram, ma al 45’ deve capitolare su centro di Lazaro e zuccata ravvicinata di Plea. All’intervallo è 1-1.

Ripresa emozionante

Nella ripresa succede di tutto. Rose inserisce subito Zakaria per marcare Lukaku, ma la missione fallisce miseramente. Conte dà invece spinta sulle fasce e inserisce Hakimi per vincere la partita. Ma è la serata di Lukaku, che al 65’ parte in progressione, sposta di fisico Zakaria e scarica un diagonale destro imprendibile per il portiere, 1-2. Il tecnico nerazzurro opta allora per il contropiede e butta nella mischia Sanchez per Lautaro, subito raccoglie i frutti. Il cileno lancia Hakimi in fascia, centro per il piattone di Lukaku, 1-3 al 73’. Sembra finita, invece il Borussia reagisce subito: persa sanguinosa di Sanchez, si invola Plea per il 2-3 al 75’. Emozioni senza soluzione di continuità: al 77’ Sanchez fugge in contropiede, Ginter rischia l’autogol ma Lainer salva in anticipo su Young che stava per depositare in rete a porta vuota. Finale convulso, ma il Var salva l’Inter: al minuto 83 Plea trova il terzo gol con un diagonale destro da appena dentro l’area, ma davanti ad Handanovic c’è Embolo in fuorigioco. L’arbitro viene richiamato all’on field review, rete annullata e resta il 2-3. Rose è furibondo, ma il finale è condito da sole proteste tedesche e l’Inter resiste. La vittoria rilancia Conte e i suoi in ottica ottavi, serve una vittoria contro lo Shaktar e sperare nel successo merengues contro i tedeschi.

Leggi anche - Champions League, la guida di mercoledì 2 dicembre

Il tabellino

Borussia Monchengladbach (4-3-1-2): Sommer; Lainer, Jantschke (1' st Zakaria), Ginter, Wendt (33' st Wolf); Lazaro, Kramer, Neuhaus; Stindl (25' st Embolo); Plea, Thuram. A disp.: Sippel, Grun, Poulsen, Lang, Beyer, Benes, Herrmann, Traore'. Allenatore: Rose 6.

Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Darmian (15' st Hakimi), Barella, Brozovic, Gagliardini, Young (42' st Perisic); Lukaku, Martinez (26' st Sanchez). A disp.: Radu, Stankovic, D'Ambrosio, Ranocchia, Eriksen, Sensi. Allenatore: Conte.

Arbitro: Makkelie (Olanda).

Reti: 17' pt Darmian, 46' pt Plea, 19' st Lukaku, 28' st Lukaku, 31' st Plea.

Note: serata piovosa, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Stindl, Martinez, De Vrij, Barella, Young, Conte, Rose, Lukaku, Gagliardini, Bastoni, Plea. Angoli: 3-5. Recupero: 1' pt; 6' st.