Bonucci e Mancini (ANSA)
Bonucci e Mancini (ANSA)

Dublino (Irlanda), 14 novembre 2021 – Alla vigilia di Irlanda del Nord-Italia, match che mette in palio per gli azzurri la qualificazione diretta ai Mondiali 2022 senza passare dalla roulette russa dei playoff di ripescaggio, è il capitano azzurro Leonardo Bonucci a suonare la carica e ad auspicare attraverso i microfoni di Rai Sport una prestazione degna dell’Italia dei giorni migliori, quelli dell’Europeo conquistato soltanto pochi mesi fa: “Contro l’Irlanda del Nord dovrà scendere in campo l’Italia che abbiamo visto all’Europeo e nelle qualificazioni europee e mondiali. Ci sarà da portare a casa il risultato con le nostre doti, dimenticandoci il recente passato. Essere campioni d’Europa non ci dà il diritto di vincere prima di scendere in campo. Dobbiamo mettere da parte questo pensiero, il pareggio con la Svizzera e guardare soltanto avanti. Sono sicuro che faremo una grande prestazione”.

Calcoli e rigori

Per gli azzurri sarà fondamentale vincere senza fare calcoli e senza guardare al risultato della Svizzera: “Sarebbe un inutile spreco di energie anche perché non possiamo fare nulla. Dobbiamo restare concentrati e cattivi sul nostro risultato”. Far gol all’Irlanda del Nord potrebbe però non essere semplice: “Abbiamo grande rispetto per i nostri avversari, ma al tempo stesso sappiamo di avere le giuste qualità per essere pericolosi e fare gol. Sarà fondamentale essere determinati, cattivi e cinici in zona gol”. Infine, il capitano azzurro ha rivelato che non sarà lui a prendere il posto di primo rigorista appartenuto fino a pochi giorni fa a Jorginho: “Non sarò io il rigorista domani. Decideremo al momento. L’altra sera, comunque, mi sono subito preoccupato di rassicurare e abbracciare Jorginho dopo il rigore sbagliato”.

Leggi anche - Mondiali 2022, l'Italia si qualifica se... Tutte le combinazioni