Milano, 18 novembre 2018 - Una serata in chiaroscuro per l'Italia, decisamente una brutta serata per Leonardo Bonucci. Non per la prestazione in campo, ma per i fischi con il quale San Siro lo ha accolto e accompagnato ogni volta che toccava la palla. Sin dal suo ingresso, il pubblico milanese non gli ha dato sostanzialmente tregua, come successo esattamente una settimana fa durante Milan-Juventus. In quell'occasione era stato dedicato pure uno striscione al grande ex della sfida, paragonato dalla curva rossonera a Schettino. Ma per il difensore bianconero nemmeno un minuto di utilizzo: scelta tecnica ha poi spiegato Massimiliano Allegri.

Decisione saggia comunque, per preservare il proprio giocatore da una serata nefasta dal punto di vista dell'ambiente. E di questo si è avuta la riprova propria durante Italia-Portogallo. Nonostante Bonucci vestisse la maglia della Nazionale, il pubblico di San Siro non si è fatto impietosire. I fischi sono diminuiti con lo scorrere dei minuti, ma il gesto ha colpito e non poco il centrale classe '87. "La mamma degli imbecilli è sempre incinta - ha commentato a fine gara - Ho comunque la fiducia dei miei compagni e questo mi basta". Su Instagram ha poi aggiunto: "Indossare questa maglia è una cosa unica, questa maglia è unica. Ogni tanto lo si dimentica".