Federico Santander
Federico Santander

Bologna, 5 dicembre 2018 – Momenti di apprensione ieri sera durante Bologna-Crotone. Una dura entrata di Sampirisi ha portato Federico Santander ad abbandonare anzi tempo la partita, nonostante il ‘ropero’ avesse continuato fino all’intervallo zoppicando. Si temeva uno stop sufficiente a fargli saltare la delicata trasferta di Empoli.

NESSUNA LESIONE – Oggi le condizioni dell’attaccante paraguaiano sono state valutate attentamente con gli esami strumentali del caso. La buona notizia per Pippo Inzaghi è che l’infortunio alla caviglia di Santander è una semplice contusione. Nessuna lesione e distorsione per l’armadio rossoblù che dunque avrà tempo per ristabilirsi in vista della trasferta del Castellani. Sospiro di sollievo per il tecnico che aveva deciso di rischiare il suo attaccante titolare in un match di Coppa Italia, portandolo ad inevitabili critiche dopo l’uscita dal campo del paraguaiano. Salvo clamorosi colpi di scena, il Bologna potrà appoggiarsi al suo ‘ropero’ nel match quasi decisivo di Empoli. Sì, perché non sarà l’ultimo atto della lotta salvezza, ma può esserlo per il futuro sulla panchina di Pippo Inzaghi.

ORSOLINI SHOW – Ma ci sono altri dubbi per l’allenatore rossoblù che dovrà dissipare questa settimana. Uno è chiaramente l’utilizzo di Riccardo Orsolini. L’ex Atalanta ieri sera ha trascinato la squadra con due gol e un assist, a cui si è aggiunta anche una traversa, e ora per Inzaghi è difficile tenerlo ancora fuori. Bisognerà, però, inserirlo nel ruolo più corretto. Contro il Crotone ha giocato mezzala nel 3-5-2, ma in una partita con pochi compiti difensivi, aspetto difficilmente replicabile in Serie A senza un equilibrio globale, mentre il 4-3-3 sembra un modulo in cui Inzaghi non crede fino a fondo. In sintesi, per impiegare Orsolini, o Inzaghi rischierà inserendolo in mediana nel 3-5-2, oppure potrebbe decidere di avanzarlo seconda punta al fianco di Santander, ma in un ruolo ad appannaggio di Palacio. Ad ogni modo, l’attaccante mancino ha sfruttato nel migliore dei modi la sua occasione in Coppa Italia e può diventare lui quel giocatore in grado di accendere la scintilla del Bologna.