Federico Santander
Federico Santander

Bologna, 7 novembre 2018 – Un momento emozionante per Federico Santander oggi a Cesenatico. El ropero, l’armadio, ha infatti incontrato il presidente del Paraguay Mario Aldo Benitez. L’attaccante rossoblù ha inoltre donato una maglia del club al presidente, noto tifoso del Cerro Porteno che ha gli stessi colori sociali del Bologna.

GRANZE EMOZIONE – Visibilmente emozionato, Federico Santander si è concesso alle telecamere e ai microfoni di Bfc Tv che ha ripreso l’incontro con il presidente Benitez. Duro in campo, Santander ha invece mostrato emozione davanti al numero uno paraguaiano: “E’ un grande onore essere qui con il presidente Benitez – ha affermato Santander – Sono emozionato, è un momento incredibile e non ho parole per descriverlo. Sono molto felice”.

MARITO – Mario Aldo Benitez in Paraguay è soprannominato ‘Marito’ e il Bologna ha voluto fargli un bel regalo: una maglietta rossoblù con il numero uno e proprio la scritta ‘Marito’ sulla schiena. Tra l’altro, i colori rossoblù sono quelli di più Benitez apprezza calcisticamente, essendo un seguace del Cerro Porteno che ha gli stessi colori sociali del Bologna. Le parole del presidente paraguaiano: “E’ un grande piacere per me incontrare un talento del calcio paraguaiano, che tra l’altro veste questa maglia davvero molto simile a quella del mio club preferito in Paraguay, ovvero il Cerro Porteno . E’ un onore incontrare un compatriota che sta dimostrando a tutto il mondo il talento paraguaiano”.

SCUDETTI ’25 E ’27 – Intanto il Bologna ha incontrato le associazioni che stanno lavorando a difesa della storia del club dopo le recenti richieste di Genoa e Torino di vedersi assegnati gli Scudetti del ’25 e ’27. Di fatto, il club rossoblù procederà per gradi alla richiesta di assegnazione dello Scudetto del 1927, quello revocato al Torino e mai assegnato al Bologna giunto secondo. La vicenda è stata affidata allo studio legale dell’avvocato Grassani.