Erick Pulgar
Erick Pulgar

Bologna, 16 aprile 2018 – Tour de force in questa settimana da tre partite in sette giorni per le squadre di Serie A. Dopo il turno domenicale, domani sarà di nuovo in scena il campionato con i primi anticipi, preludio al resto della giornata mercoledì sera. Il Bologna di Donadoni, reduce dalla vittoria contro il Verona, sarà di scena a Marassi contro la Samp, chiamata a riscattare il ko di Torino e rilanciarsi nella corsa europea. Per il tecnico rossoblù da valutare lo stato di forma di alcuni elementi, tra acciacchi e stanchezza generale dovuta da una stagione comunque usurante.

PULGAR A RIPOSO – Ieri nel secondo tempo del match contro l’Hellas, il tecnico dei felsinei ha scelto di sostituire l’inamovibile Pulgar per fare entrare Crisetig, che non giocava da diversi mesi. Il cileno era già ammonito (si è cercato di evitare il secondo giallo) ma in conferenza stampa Donadoni ha chiarito che il giocatore aveva accusato qualche problemino muscolare nei giorni precedenti la partita, da lì la sostituzione precauzionale. Non essendo in perfette condizioni, Pulgar è stato risparmiato nell’ultima mezzora di gioco per non aggravare un piccolo problema che potrebbe diventare grande. A confermare la teoria anche il fatto che oggi il cileno è rimasto a riposo: Donadoni cercherà di recuperarlo in extremis per Genova. Non ci saranno invece Torosidis e Donsah che hanno svolto terapie e forse Krejci che ha svolto una seduta differenziata. Per i titolari di ieri allenamento di scarico, regolare per tutti gli altri. Per quanto riguarda la formazione, Donadoni potrebbe concedere un turno di riposo a Palacio e inserire nel tridente offensivo uno tra Di Francesco e Orsolini. In difesa, invece, da valutare il possibile rientro di Gonzalez per dare fiato a De Maio. Per il Bologna la possibilità di continuare la marcia verso i 42 punti, obiettivo dichiarato per fare meglio dei 42 della scorsa stagione. Ad oggi, i rossoblù hanno 3 punti in più rispetto a dodici mesi fa.