Il Bologna di Mihajlovic travolge la Lazio, finisce 3-0 per i rossoblù
Il Bologna di Mihajlovic travolge la Lazio, finisce 3-0 per i rossoblù

Bologna, 3 ottobre 2021 – Non c’è partita al Dall’Ara tra Bologna e Lazio. I rossoblù travolgono la squadra di Sarri, finisce 3-0: apre le danze Barrow, raddoppia Theate e chiude i giochi Hickey. Vittoria netta e mai in discussione quella della formazione allenata da Mihajlovic, passo indietro importante invece dei biancocelesti che chiudono anche in 10 uomini per l’espulsione di Acerbi.

DOMINIO BOLOGNA

Mihajlovic sceglie la difesa a tre, con Barrow ad affiancare Arnautovic in attacco. Sarri deve fare a meno di Immobile infortunato, gioca Muriqi al suo posto. Parte forte il Bologna, che la sblocca dopo 14’: Barrow riceve un lungo lancio dalle retrovie, si aggiusta la palla sul destro e disegna una splendida parabola a giro che non lascia scampo a Reina. Passano pochi minuti e i rossoblù raddoppiano: corner battuto da Barrow, sul secondo palo spunta Theate che di testa segna il suo secondo gol in campionato. La Lazio non riesce a reagire, e crea una sola occasione in tutto il primo tempo grazie a una bella giocata di Felipe Anderson, che sguscia via sulla sinistra e cerca la zampata vincente in area di rigore di Muriqi: blocca Skorupski. Si va negli spogliatoi con il Bologna avanti 2-0.

LAZIO AL TAPPETO

Nella ripresa è subito Barrow a rendersi pericoloso: serpentina in area di rigore e sinistro piazzato sul secondo palo, palla larga non di molto. Sarri cambia le carte in tavola, inserendo Lazzari e Basic, ma il copione della gara non muta. E al 69’ il Bologna cala il tris: Hickey supera Lazzari e calcia con il destro, Reina non è perfetto e la palla lo supera per il 3-0 rossoblù. Piove sul bagnato in casa Lazio, che a un quarto d’ora dalla fine resta anche in inferiorità numerica: Acerbi, dopo un mancato fischio arbitrale, si infuria con Massa, mandandolo più volte a quel paese, inevitabile l’espulsione per proteste per il centrale biancoceleste. I rossoblù a questo punto abbassano i ritmi, non c’è più partita al Dall’Ara: il Bologna travolge la Lazio 3-0.