Il Milan esulta dopo il gol di Suso

Siviglia, 8 novembre 2018- I nove punti conquistati in una sola settimana in Serie A hanno permesso al Milan di recuperare terreno contro le avversarie e affrontare la stagione con uno spirito diverso. E ovviamente il momento di forma non poteva che riflettersi anche in Europa League: contro un Betis che già all’andata aveva ferito i rossoneri, i ragazzi di Gattuso riescono a strappare un pareggio che li porta al secondo posto in classifica.

Eppure anche questa sera la squadra spagnola è arrivata vicino al colpaccio grazie alla rete al 12’ di Lo Celso, giocatore diventato una sentenza in Europa ma che stenta ancora a decollare in campionato. Il primo tempo non rassicura affatto un Milan spento e che lascia il comando nel gioco nelle mani del Betis che gestisce bene la palla e il vantaggio, impedendo all’avversario di compiere qualsiasi mossa. I soli cinque tiri effettuati verso la porta sono il riflesso di una squadra sfiduciata e irriconoscibile rispetto a quella vista nelle ultime uscite, ma che per fortuna sa ancora trovare la forza per rialzarsi nonostante i tanti gol subiti.

E in effetti la ripresa sorride a Gattuso e ai suoi giocatori che riescono a raggiungere incredibilmente il pareggio grazie a Suso che al 62’ inganna Lopez direttamente da calcio di punizione. La scintilla del giocatore spagnolo però riaccende la fame del Betis che non ci sta a farsi scippare i tre punti in casa: la squadra di Siviglia arriva più volte vicino alla rete del 2-1 sul finale di partita, ma è Reina a prendersi la scena con una serie di parate decisive, aiutato però anche dalla traversa che blocca il pallone velenoso di Junior.

Il pari però fa bene al Milan che può ancor sperare nella qualificazione ai sedicesimi di finale della competizione. I segnali quindi sono sempre più rassicuranti per la squadra di Gattuso che ha finalmente trovato la maniera di incanalare nel modo giusto tutto il potenziale rimasto inespresso nelle prime partite della stagione.