Il gol del pareggio di Lorenzo Insigne (Ansa)
Il gol del pareggio di Lorenzo Insigne (Ansa)

Benevento, 25 ottobre 2020 - Il derby campano e il derby degli Insigne non delude le aspettative: sono proprio i due fratelli ad aprire le marcature ma non nell'ordine che si poteva immaginare alla vigilia. E' Roberto a segnare per primo, regalando al Benevento l'illusione si spuntarla contro un Napoli che, tra legni centrati e gol annullati, non sembrava vivere un pomeriggio fortunato. Al 60' ci pensa Lorenzo a impattare la rete del fratello e al 67' sono due neo entrati a confezionare il sorpasso: Politano, che in pieno recupero colpirà anche l'incrocio dei pali, apparecchia per Petagna, che trova la migliore occasione possibile per festeggiare il suo primo gol in azzurro. Partenopei che, al netto di sconfitta a tavolino e penalizzazione, continuano a viaggiare a gonfie vele in Serie A.

Il primo tempo

Il match si incammina sui binari dell'equilibrio, rotto al 17' dal tap-in vincente di Osimhen su cross di Mario Rui: la bandierina del fuorigioco annulla tutto. Al 19' a rendersi pericoloso è il Benevento: il protagonista è Roberto Insigne, che di testa spedisce di poco alto sulla traversa il cross di Foulon. Il fratello d'arte si riscatta alla grande alla mezz'ora, quando è proprio un suo mancino maturato dopo un suggerimento di Lapadula a trafiggere Meret. Il Napoli prova a reagire al 38' e sempre su una seconda palla, sulla quale si avventa Fabian Ruiz: lo spagnolo stoppa la sfera e scocca un sinistro che tuttavia non centra lo specchio della porta. Al 40' si fa vedere l'Insigne azzurro, che calcia da fuori trovando la risposta in tuffo di Montipò. Quest'ultimo al 44' è battuto da colpo di testa da calcio d'angolo dello specialista Manolas, che deve però fare i conti con il duro legno della traversa.

Il secondo tempo

Al 48' segna ancora un Insigne, ma quello del Napoli: anche stavolta però Doveri, aiutato dal Var, annulla a tutto a causa della posizione irregolare del capitano azzurro sul suggerimento di Ruiz. I partenopei non si rassegnano e ci riprovano al 52' con l'incornata di Osimhen: ancora una volta la mira del nigeriano non è delle migliori. E' invece ottima quella al 60' di Lorenzo Insigne, che sfrutta alla grande uno schema da calcio d'angolo e col mancino trafigge Montipò. Il numero 24 azzurro è scatenato e poco dopo sfiora il sorpasso di testa: la missione riesce al 67' al neo entrato Petagna, che con un poderoso destro capitalizza al meglio l'azione dell'altro volto nuovo Politano. Quest'ultimo poi si mette in proprio, ma la difesa del Benevento riesce a rifugiarsi in corner: l'ex Inter è scatenato e in pieno recupero, servito da Osimhen, scocca un mancino che sfiora l'incrocio dei pali. Insomma, la fortuna non sorride al Napoli nella cornice del Vigorito, ma la vittoria arriva comunque: questi sono ottimi segnali che fanno sognare i tifosi.

Leggi anche - Napoli, Zielinski ed Elmas guariti dal Covid

Benevento-Napoli 1-2, il tabellino

Benevento (4-3-3): Montipò; Letizia, Glik, Caldirola, Foulon (19' st Maggio); Dabo (19' st Improta), Schiattarella, Ionita; Insigne R. (32' st Di Serio), Caprari (8' st Tuia); Lapadula (19' st Sau). In panchina: Pastina, Hetemaj, Tello, Viola, Basit, Lucatelli, Manfredini. Allenatore: Inzaghi.

Napoli (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Fabian (42' st Lobotka), Bakayoko (29' st Demme); Lozano (13' st Politano), Mertens (13' st Petagna), Insigne L. (43' st Ghoulam); Osimhen. In panchina: Hysaj, Maksimovic, Malcuit, Rrahmani, Contini, Ospina. Allenatore: Gattuso.

Arbitro: Doveri di Roma.

Reti: 30' Insigne R., 15' st Insigne L., 22' st Petagna.

Note: pomeriggio soleggiato, terreno in ottime condizioni. Ammoniti: Caprari, Foulon, Glik, Politano. Angoli: 15-3 per il Napoli. Recupero: 1', 7'.