Ronald Koeman
Ronald Koeman

Barcellona, 30 settembre 2021 - La vittoria per 3-0 contro il Levante sembrava aver ridato un po' di serenità a Ronald Koeman. Invece, un altro 3-0, stavolta incassato e non rifilato dal suo Barcellona, potrebbe aver segnato la fine dell'avventura dell'olandese sulla panchina blaugrana. Piqué e compagni sono caduti fragorosamente a Lisbona contro il Benfica nella seconda giornata di Champions League. Evidentemente delusa dai brutti risultati e dalle pessime figure collezionate in serie dalla squadra, la società catalana sta riflettendo attentamente sulla posizione del proprio allenatore, a cui il presidente Joan Laporta aveva finora ribadito la sua fiducia. 

Atletico ultima spiaggia

Ma la pazienza del club ha un limite. Anche perché la situazione si sta complicando sia in Europa che in Liga. La qualificazione agli ottavi di finale di Champions assomiglia tanto alla scalata dell'Everest in questo momento, mentre in campionato, nonostante un ruolino di marcia tutt'altro che rivedibile, il Barcellona si trova sì in sesta posizione, ma a soli cinque punti dalla vetta e con una partita disputata in meno. Questo sabato è in programma la trasferta in casa dell'Atletico Madrid e, dovesse arrivare un altro tonfo, allora l'addio a Koeman diventerebbe sostanzialmente automatico. Anche perché ci sarebbe la pausa per le Nazionali a favorire un cambio del timone. 

I candidati alla successione

Se questo scenario dovesse davvero realizzarsi, i nomi in pole per la sostituzione sono quelli di Xavi Hernández e Roberto Martínez. Nomi di cui si è parlato durante la riunione andata in scena durante la scorsa notte al Camp Nou fra Laporta, il vicepresidente Rafa Yuste, il direttore sportivo Mateu Alemany e il consigliere presidenziale Enric Masip. Ma nella lista, secondo quanto riportato da Catalunya Ràdio, dovrebbe esserci anche Andrea Pirlo, che proprio a Barcellona si è tolto una delle soddisfazioni più grandi da allenatore della Juventus, battendo i padroni di casa con un secco 0-3 e strappando loro il primo posto nel girone di Champions. 

Leggi anche: Juventus-Chelsea 1-0

FRANCESCO BOCCHINI