Ronald Koeman
Ronald Koeman

Milano, 19 agosto 2020 - La notizia era ampiamente nell'aria, soprattutto dopo l'annuncio di ieri del presidente del Barcellona, Josep Maria Bartomeu, che di fatto aveva anticipato l'ufficialità dell'approdo di Ronald Koeman sulla panchina blaugrana. Ufficialità che è arrivata in mattinata: "Bentornato a casa", il messaggio social del club catalano, con il quale l'allenatore si è accordato fino al 30 giugno 2022. Per il commissario tecnico della Nazionale olandese, che prende il posto di Quique Setien, si tratta di un ritorno, avendo vestito da calciatore la maglia del Barcellona dal 1989 al 1995.

In quel periodo, Koeman ha collezionato 102 gol in 345 presenze, vincendo la Coppa Campioni 1991/92 ai danni della Sampdoria proprio grazie a una sua rete nei tempi supplementari. Nel suo palmares in blaugrana si contano pure quattro campionati spagnoli, una Coppa di Spagna, tre Supercoppa di Spagna e una Supercoppa Europea. 

Appesi gli scarpini al chiodo, Koeman ha avviato la carriera da allenatore proprio al Barcellona, prima come assistente e poi come tecnico della squadra B nel 1998/99. Adesso sulle sue spalle la responsabilità di risollevare le sorti di una squadra a pezzi, reduce dalla beffa in Liga e dal clamoroso 8-2 subito nei quarti di finale di Champions League per mano del Bayern Monaco. Vedendo anche l'aria di rivoluzione che si respira all'interno del Barcellona, ad attendere Koeman non c'è assolutamente un compito semplice.