Il gol di Andrea Petagna (Ansa)
Il gol di Andrea Petagna (Ansa)

Bergamo, 20 gennaio 2020 - La SPAL supera 2-1, in rimonta, l’Atalanta e fa suo il 'monday night'. Nel primo tempo Ilicic, con un superlativo colpo di tacco manda avanti i suoi, mentre nella ripresa Petagna e Valoti la ribaltano. Tre punti d’oro per gli uomini di Semplici in chiave salvezza: gli estensi abbandonano l'ultimo posto e si portano ad una lunghezza dal Lecce quartultimo. Al contrario, gli uomini di Gasperini restano fermi a 35 e scivolano a -3 dal quarto posto.

Classifica di Serie A aggiornata 

Primo tempo frizzante al Gewiss Stadium, con l’Atalanta in vantaggio grazie ad una magia (colpo di tacco) di Ilicic. Gli uomini di Gasperini trovano l’1-0 praticamente al primo vero tentativo: Zapata s’invola sulla sinistra, mette in mezzo per Ilicic, che buca l’ex Berisha con un magistrale colpo di tacco. Passano 6’ e lo stesso numero 72 si rende pericoloso con una conclusione dalla destra, la sfera termina sull’esterno della rete. Al 25’ si vede la SPAL per la prima volta, Sportiello è attento e vola a deviare il tentativo di Dabo. L’Atalanta, successivamente, va ad un passo dal 2-0 con Zapata, l’incrocio dei pali gli nega la gioia. Il finale è tutto di marca ospite. Al 35’ Petagna, altro ex del match, tenta la rovesciata dal limite, ma il pallone è alto rispetto al bersaglio grosso. Due giri d’orologio e Reca ci prova dal limite, la mira non è delle migliori. Nel finale gli uomini di Semplici vanno ad un niente dall’1-1 con Petagna, il suo colpo di testa si stampa sul palo con Sportiello battuto.

Emozioni a ripetizione nella ripresa, con la SPAL che ribalta il risultato con l’ex Petagna e Valoti. Tre punti di platino per gli uomini di Semplici in chiave salvezza. Gli estensi toccano quota 15, superano il Genoa e agganciano il Brescia, ma restano in zona rossa, ad una lunghezza dal Lecce. Altresì, gli uomini di Gasperini restano al palo con 35 ed ora il quarto posto dista 3 punti. Parte forte la SPAL. Gli uomini di Semplici al 54’ pervengono al pareggio: Reca corre sulla fascia, si libera di Djimsiti e serve a Petagna un pallone da spingere solamente in fondo al sacco. Quinto gol da ex in quattro incroci contro i bergamaschi per l’attaccante numero 37. Trascorrono sei minuti e gli ospiti si portano addirittura in vantaggio: Valoti si beve Toloi e Palomino e spedisce la sfera alle spalle dell’incolpevole Sportiello. Subito l’uno-due, l’Atalanta ha la immediatamente la palla del pareggio, ma Berisha chiude bene lo specchio della porta a Zapata. La Dea continua il suo pressing e va altre tre volte vicina al pareggio. Al 70’ Pasalic si libera bene in area, Missiroli s’immola e respinge il tiro del centrocampista croato; altri 2’ e Zapata di testa non trova il bersaglio grosso. La terza occasione di fila capita al 77’ sui piedi di De Roon, la sua conclusione termina di poco fuori. Il forcing atalantino prosegue all’80’, Missiroli è ancora decisivo e salva quasi sulla linea il colpo di testa di Djimsiti. Nel finale Berisha vola per respingere il tiro di Zapata e blinda la vittoria della SPAL. 

Tabellino

Atalanta-SPAL 1-2

16’ Ilicic (A), 54’ Petagna (S), 60’ Valoti (S)

Atalanta (3-4-1-2): Sportiello; Toloi, Caldara (66’ Muriel), Palomino; Freuler (46’ Djimsiti), De Roon, Pasalic, Gosens; Gomez (59’ Malinovskiy); Ilicic, D. Zapata. Allenatore: Gian Piero Gasperini

SPAL (3-5-2): Berisha; Cionek, Vicari, Igor; Strefezza, Dabo, Missiroli, Valoti (78’ Valdifiori), Reca (85’ Tomovic); Di Francesco (72’ Floccari), Petagna. Allenatore: Leonardo Semplici

Ammoniti: De Roon (A); Valoti, Vicari, Di Francesco (S)

Arbitro: Sig. Federico La Penna