Milik in azione contro Gollini (Ansa)
Milik in azione contro Gollini (Ansa)

Napoli, 1 luglio 2020 - Ora o mai più: per tentare la clamorosa scalata verso il quarto posto, adesso distante 12 punti, il Napoli sa che deve battere a domicilio l'Atalanta nel match in programma giovedì 2 luglio alle 19.30: qualsiasi altro risultato, compreso il pareggio, con ogni probabilità chiuderebbe definitivamente il sogno qualificazione in Champions League.

Le probabili formazioni

Atalanta (3-4-1-2): Gollini; Djimsiti, Caldara, Toloi; Gosens, Freuler, De Roon, Hateboer; Gomez; Zapata, Ilicic. All.: Gasperini

Napoli (4-3-3): Ospina; M. Rui, Koulibaly, Maksimovic, Di Lorenzo; Zielinski, Demme, F. Ruiz; Insigne, Mertens, Politano. All.: Gattuso

Orari tv e dove vederla

Atalanta-Napoli (fischio d'inizio alle 19.30) sarà trasmessa in diretta streaming dalla piattaforma DAZN. Per i clienti che hanno aderito all'offerta Sky-DAZN, sarà disponibile la visione anche sul canale satellitare DAZN1.

QUI NAPOLI - Il dubbio principe per Gattuso resta lo stesso: Mertens o Milik? Entrambi gli attaccanti stanno attraversando un ottimo momento sia sotto il profilo del gioco sia sotto quello realizzativo, ma sul polacco pende la mannaia del mercato e dei tormenti che porta con sé. Per un match così delicato e per sfidare i giganti della difesa dell'Atalanta, il belga appare in vantaggio, così come Politano su Callejon: nessun dilemma invece per la corsia mancina, sempre appannaggio di capitan Insigne. In cabina di regia si rivedrà Demme, supportato da Zielinski e Fabian Ruiz, con quest'ultimo reduce dai due assist messi a referto contro la Spal. Tra i pali spazio a Ospina in nome dell'ormai nota alternanza con Meret: davanti al colombiano agirà il tandem Maksimovic-Koulibaly, con Di Lorenzo inamovibile a destra. A sinistra è tuttora aperto un ballottaggio che dovrebbe essere vinto da Mario Rui su Hysaj.

QUI ATALANTA - Senza lo squalificato Malinovskyi e con Muriel ancora destinato a essere un'arma letale a gara in corso (per lui ben 9 gol partendo dalla panchina), l'attacco è presto fatto per Gasperini, che si affiderà alla fantasia di Gomez a supporto dell'ex Zapata e Ilicic, insidiato dall'idea Pasalic. Nessun ballottaggio aperto a centrocampo, dove agiranno Freuler e De Roon da interni e come quinti Gosens e Hateboer (attenzione però alla carta Castagne), mentre in difesa, a protezione di Gollini, sono certi di una maglia i soli Djimsiti e Toloi: la restante se la aggiudicherà uno tra Caldara, Palomino e Sutalo, con il primo nettamente favorito sugli altri.