Doppietta per Piatek (Ansa)
Doppietta per Piatek (Ansa)

Bergamo, 16 febbraio 2019 - Dopo oltre tre anni il Milan torna a espugnare l'Atleti Azzurri d'Italia di Bergamo e lo fa nel segno del solito Piatek: il polacco prima riagguanta con una gran girata al volo il vantaggio iniziale dell'Atalanta siglato da Freuler e poi fissa il risultato finale sul 3-1 di testa dopo che Calhanoglu aveva castigato Berisha con un tocco nell'angolino. I rossoneri salgono così a 42 punti e assestano un importante colpo in ottica Champions.

Atalanta Milan 1-3, rivivi la diretta testuale

Serie A, dirette, risultati e classifica

BLITZ DI FREULER, CAPOLAVORO DEL PISTOLERO - Il tema centrale di Atalanta-Milan è la sfida tra i due attaccanti del momento: da una parte Zapata a quota 16 reti, dall'altra Piatek a 15. Una delle migliori armi della banda Gasperini è una difesa letale nei piazzati: il copione potrebbe riproporsi al 5', quando Djimsiti svetta da corner e la sfera si spegne di poco alta. Sull'altro fronte sale in cattedra il grande ex Kessié: l'ivoriano non centra la porta né con il destro dopo un'azione personale che disorienta Freuler né di testa in tuffo su suggerimento al bacio di Suso. Proprio quando i ritmi sembrano calare, l'Atalanta passa in vantaggio: il gol arrivato al 33' è figlio di un rigore in movimento trasformato da Freuler e quasi intercettato da Donnarumma con l'aiuto del palo, ma i meriti sono tutti della gran giocata di Ilicic. I bergamaschi sfiorano il raddoppio al 37' sempre sul fronte destro: dai 25 metri Gomez esplode un bolide che non termina lontano dal palo. Il Milan accusa il colpo ma proprio nel momento più difficile riagguanta il pari con una girata capolavoro col mancino di Piatek, servito in maniera chirurgica da Rodríguez.

SI SBLOCCA CALHA - La rete in pieno recupero dà la scossa ai rossoneri, che completano la rimonta all'alba della ripresa non prima di aver tremato su un destro sballato di Gomez: il punto del 2-1 lo sigla al 55' Calhanoglu, che trasforma una respinta corta di Hateboer in un gran colpo all'angolino che beffa Berisha. Le cattive notizie per l'Atalanta non finiscono qui: al 61' proprio il numero 10 di Gattuso calcia un corner teso che arma il terzo tempo di Piatek a spese della debole marcatura di Zapata. L'Atalanta prova a scuotersi con il mancino impreciso dalla trequarti di Ilicic e poi con il tentativo di Castagne, servito proprio dallo sloveno: attento Donnarumma nell'occasione. Il duello si ripeterà al 75' e viene vinto ancora dal portiere ospite, che poco dopo intercetta anche la girata di testa del neo entrato Kulusevski e fissa lo score sul 3-1.
 

Tabellino

Atalanta: Berisha; Toloi, Djimsiti, Palomino; Hateboer (65' Gosens), de Roon, Freuler, Castagne; Gomez (59' Kulusevski); Ilicic, Zapata (78' Barrow). A disp: Gollini, Rossi, Masiello, Reca, Pessina, Mancini, Ibañez, Pašalic. All.: Gasperini.  

Milan: G. Donnarumma; Calabria, Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Kessie, Bakayoko, Paquetà (87' Laxalt); Suso (77' Castillejo), Piatek (68' Cutrone), Calhanoglu. A disp: Plizzari, A. Donnarumma, Mauri, Borini, Conti, Bertolacci, Montolivo, Abate, Biglia. All.: Gattuso.  

Arbitro: Fabrizio Pasqua di Tivoli.

Reti: 33' Freuler (A), 46' e 60' Piatek (M), 55' Calhanoglu (M). Note: ammoniti de Roon (A), Suso (M), Rodriguez (M).